Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
12 giu 2022

F1 Gp Baku: le pagelle di Leo Turrini

Promosso, nonostante tutto, Leclerc. Bocciato Binotto. Tutti i voti della gara in Azerbaijan 

12 giu 2022
leo turrini
Sport
Winner Red Bull's Dutch driver Max Verstappen (R) and second placed Red Bull's Mexican driver Sergio Perez celebrate on the podium after the Formula One Azerbaijan Grand Prix at the Baku City Circuit in Baku on June 12, 2022. (Photo by NATALIA KOLESNIKOVA / AFP)
Verstappen e Perez festeggiano la vittoria al Gp di Azerbaijan (Ansa)
Winner Red Bull's Dutch driver Max Verstappen (R) and second placed Red Bull's Mexican driver Sergio Perez celebrate on the podium after the Formula One Azerbaijan Grand Prix at the Baku City Circuit in Baku on June 12, 2022. (Photo by NATALIA KOLESNIKOVA / AFP)
Verstappen e Perez festeggiano la vittoria al Gp di Azerbaijan (Ansa)

Baku, 12 giugno 2022 - Disastro Ferrari al Gp di Azerbaijan 2022 di Formula 1, vinto da Max Verstappen davanti al compagno di squadra Sergio Perez. Le rosse sono state, entrambe, costrette al ritiro per problemi tecnici. Ecco dunque le pagelle della gara. Verstappen 9. Per essere bravo, è bravo, non si discute. Ma la ruota della fortuna si è decisamente messa a girare in suo favore. Anche nei confronti del compagno di squadra. Leclerc 9. Povero ragazzo. Era stato per un’altra volta assolutamente perfetto, a parte la non irresistibile partenza. Aveva di nuovo la vittoria in tasca, ma è stato tradito dalla Ferrari. Speriamo non si stufi. Russell 8. Infligge un’altra sconfitta al capitano Hamilton. La consistenza di questo giovanotto si sta facendo sempre più evidente. La sua regolarità nei piazzamenti è il prologo ad un grande futuro. Perez 7. Un lampo straordinario al via lascio immaginare che il messicano possa diventare una alternativa al suo capitano. Poi però rientra rapidamente nei ranghi e la sensazione è che in Red Bull comandi sempre e solo Verstappen. Vettel 7. Si pensava che ormai facesse notizia soltanto per le sue iniziative in favore dei diritti degli emarginati. Invece il veterano tedesco è ancora un pilota e riesce ad ottenere un risultato dignitoso con la non irresistibile Aston Martin. Sainz 5. In partenza non ce la fa a creare problemi alle due Red Bull. Prima di essere lasciato a piedi dalla macchina, il ritmo di chi lo precede si rivela troppo alto per lui. Può sicuramente dare di più. Schumacher 5. Evidentemente il cognome sta diventando un peso. Il figlio del Campionissimo soffre un disagio e non promette nulla di buono per le sue prospettive di carriera. La Haas gli ha detto di considerarsi sotto esame e forse la pressione si sta rivelando eccessiva. ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?