epa07476922 Monaco's Formula One driver Charles Leclerc of Scuderia Ferrari (L) reacts on the podium after the 2019 Bahrain Formula One GP at the Sakhir circuit near Manama, Bahrain, 31 March 2019. EPA/VALDRIN XHEMAJ

Manama, 31 marzo 2019 - Doveva essere la riscossa Ferrari, ma il Gp del Bahrain 2019 finisce in psicodramma per la Rossa. Trionfa Lewis Hamilton davanti a Valtteri Bottas, Charles Leclerc terzo, tradito dalla sua monoposto quando sembrava lanciata verso la vittoria. Poi Max Verstappen e Sebastian Vettel, quinto. Un ordine d'arrivo che non rispecchia l'andamento del Gran Premio, lungamente dominato dalle Ferrari. Nella top ten anche Norris, Raikkonen, ottimo settimo con l'Alfa, Gasly, Albon e Perez. Qui la classifica piloti di Formula 1 aggiornata. Per Leclerc la consolazione del giro più veloce che gli vale un punto in più in ottica Mondiale. Rivivi qui la gara 

LA GARA - Pronti, via e Vettel balza al comando. Leclerc, partito in pole, scivola al terzo posto dietro a Bottas. Il monegasco si riprende subito e torna al comando, prendendo il largo. Le Ferrari sembrano controllare le Mercedes, anche se dopo il secondo pit stop Hamilton accelera e attacca Vettel. Seb resiste una volta, ma al secondo affondo del britannico - più veloce in quel momento - finisce in testacoda.  Siamo al giro 38 su 57 totali da coprire. Il tedesco sembra aver perso solo la posizione, ma dopo pochi metri ecco cedere l'alettone anteriore. Rientra ai box, lo sostituisce e quando torna in pista è nono. Leclerc, nel frattempo, sta guidando con una decina di secondi su Hamilton. La gara sembra sua, quando a 12 giri dalla fine ecco il colpo di scena. "Sto perdendo potenza", dice il ferrarista via radio ai box. Rallenta improvvisamente, inizia a cedere secondi su secondi al giro rispetto agli avversari. Poche tornate e Hamilton lo passa. Anche Bottas lo raggiunge e supera, Leclerc rischia addirittura di perdere il podio perché Verstappen incombe. Lo aiuta la safety car, entrata in pista a due giri dalla fine per consentire di sgomberare le Renault dal tracciato. Senza il suo ingresso, la Ferrari sarebbe arrivata con ogni probabilità quarta. E, forse, sarebbe stata una punizione troppo severa per un team che per tutto il weekend ha dominato. Tranne quegli ultimi maledetti 12 giri. 

Ordine d'arrivo

1. Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes in 1h34'21"295 alla media di  196.007 km/h
2. Valtteri Bottas (Fin) Mercedes +2"980 3. Charles Leclerc (Mon) Ferrari +3"131
4. Max Verstappen (Ned) Red Bull +6"408
5. Sebastian Vettel (Ger) Ferrari +36"068
6. Lando Norris (Gbr) McLaren +45"754
7. Kimi Raikkonen (Fin) Alfa Romeo +47"470
8. Pierre Gasly (Fra) Red Bull +58"094
9. Alexander Albon (Tha) Toro Rosso +62"697
10. Sergio Perez (Mex) Racing Point +63"696
11. Antonio Giovinazzi (Ita) Alfa Romeo +64"599
12. Daniil Kvyat (Rus) Toro Rosso +1 giro
13. Kevin Magnussen (Den) Haas +1 giro
14. Lance Stroll (Can) Racing Point +1 giro
15. George Russell (Gbr) Williams +1 giro
16. Robert Kubica (Pol) Williams +2 giri  

Giro più veloce: Leclerc (38°) in 1'33"411 alla media di 208.575 km/h 

LE VOCI DEI PROTAGONISTI - "E' stata una gara difficile perché la Ferrari è stata incredibile per tutto il weekend", commenta Lewis Hamilton che è subito andato ad abbracciare Leclerc dopo l'arrivo. "Ha fatto un lavoro fantastico e sono sicuro sia stato un risultato devastante per lui perché meritava di vincere la gara", dice il Re Nero. "Siamo stati fortunati oggi ma bisogna cogliere le opportunità quando arrivano, io ho dato tutto in gara e ho spinto quanto potevo".

"Succede, oggi non è stata una giornata fortunata ma sono fiducioso", commenta lo sconfitto Charles Leclerc. "Il team ha fatto un grande lavoro per recuperare il passo dopo l'Australia", aggiunge il monegasco. "Sono deluso, abbiamo avuto però anche fortuna in una situazione sfortunata e senza la safety car saremmo arrivati anche più indietro", ammette. "E' dura da mandare giu - confessa -, ma grazie al team perchè sono sicuro torneremo ad andare più forte".

Anche Valtteri Bottas non si nasconde: "Come team siamo stati fortunati, ma siamo rimasti tranquilli senza commettere errori, abbiamo una macchina affidabile", dice. "Non ho fatto una grande gara ma sono riuscito a tenere la macchina in equilibrio e dunque va bene così - spiega - Il sorpasso su Hamilton alla partenza? Non gli darò mai spazio". 

Mattia Binotto, team principal della Ferrari, parla di "doppietta mancata". Può capitare, dice, "ma bisogna dire che ci è mancata affidabilità e su questo dobbiamo lavorare". E ancora: "Ci sono tante cose positive, dalla prestazione alla reazione avuta dopo l'Australia. Leclerc aveva voglia di fare bene e si vedeva. Mi spiace per lui, ma si impara anche da questo". Per quanto riguarda Vettel, aggiunge Binotto, "dobbiamo parlare e capire cosa gli è successo".

Gli orari tv del Gp del Bahrain (diretta Sky e differita Tv8)

I MOMENTI CLOU 

- Giro 58: La safety car si sposta sul rettilineo d'arrivo, Leclerc conserva il podio. 

- Giro 57: Ancora in pista la safety car a un giro dalla fine. 

- Giro 56: Safety car in pista a 2 giri dalla fine per togliere le due Renault dal tracciato. Se la gara finisce così, Leclerc salva il podio. 

- Giro 55: Sembra un conto alla rovescia: ora Verstappen è a 3 secondi da Leclerc a due giri dalla fine. 

- Giro 54: Bottas supera Leclerc che deve ora guardarsi da Verstappen. 

- Giro 53: Hamilton ha ormai blindato il successo. Leclerc prova a difendersi dal ritorno di Bottas che ormai è a meno di tre secondi dal ferrarista. A rischio anche il podio, visto che Verstappen, quarto, è a meno di 10 secondi dal monegasco.

- Giro 51: Bottas si avvicina a Leclerc, Vettel non riesce più a guadagnare su Verstappen

- Giro 50: Leclerc gira cinque secondi più lento di Hamilton e Bottas. Il finlandese si avvicina.

- Giro 48: Colpo di scena compiuto: Hamilton passa Leclerc che cede la testa dopo aver dominato per i primi 47 giri. Ora il monegasco rischi di essere ripreso anche da Leclerc

- Giro 48:  Hamilton ha ripreso Leclerc. Il sorpasso sembra inevitabile.

- Giro 47: Leclerc improvvisamente ha calato il suo ritmo. "Sto perdendo potenza", dice dalla radiolina. Problemi per il monegasco, Hamilton a sei secondi in netta rimonta. Mancano ancora 10 giri alla fine

- Giro 45: Vettel risale in quinta posizione, davnati Leclerc guida con 9 secondi su Hamilton

- Giro 41: Leclerc guida con 8"7 su Hamilton, Bottas a 27 secondi dal britannico. Poi Verstappen e Hulkenberg. Vettel ottavo, punta Norris per la settima posizione

- Giro 40: Giro veloce di Leclerc

- Giro 38-39: Bottas ai box: rientra quarto. Lotta Hamilton-Vettel: Seb finisce in testacoda e perde la posizione. Riparte ma dopo pochi metri si stacca l'ala: la sostiuisce e torna in pista in nona posizione.

- Giro 37: Pit stop per Leclerc che rientra davanti a Bottas: il finlandese della Mercedes è l'unico a non aver effettuato due soste. Hamilton vicinissimo a Vettel, tenta il sorpasso ma Seb tiene

- Giro 36: Pit stop per Vettel che torna in pista davanti ad Hamilton

- Giro 35: Hamilton ai box, rientra dietro a Bottas

- Giro 30: Leclerc guida con 8"3 su Vettel, Hamiton a tre secondi dal tedesco. I piloti della Ferrari montano gomme medie, soft per il britannico. Bottas è quarto a 10 secondi da Hamilton. Poi Verstappen, Hulkenberg, Norris e Raikkonen. 

- Giro 23: Vettel negli scarichi di Hamilton, centra il sorpasso: è secondo a oltre 7 secondi da Leclerc. Quarto Bottas a oltre 16 secondi dal leader

- Giro 18: Hamilton a oltre 4 secondi da Leclerc, e dovrà fare due soste. Vettel sempre più vicino al britannico dopo che il Re Nero ha commesso un nuovo errore, cedendo altri decimi

- Giro 15: Dopo il primo di pit stop: Leclerc davanti a Ricciardo (che ancora non si è fermato), poi Hamilton, Vettel e Bottas. Il britannico potrebbe effettuare un'altra sosta, mentre Seb sembra orientato verso un solo pit stop. 

- Giro 15: Entra anche Vettel, tornando in pista dietro Hamilton

- Giro 14: Leclerc e Hamilton ai box

- Giro 10: Errore di Hamilton che va lungo in curva e perde preziosi decimi da Vettel. 

- Giro 9: Le Mercedes accelerano e si avvicinano alle Rosse.  Hamilton ha ora poco più di un secondo di ritardo da Vettel, Bottas a 4 secondi dal compagno di squadra. Per quanto riguarda le Alfa, settimo Kimi Raikkonen, Giovinazzi dodicesimo. 

- Giro 6: Leclerc supera Vettel ed è in testa al Gran Premio

- Giro 5: Leclerc vicinissimo a Vettel. Hamilton ha superato Bottas, è terzo e cede circa 4 secondi alle due Ferrari. 

- Giro 3: Battaglia tra Verstappen e Sainz per la quinta posizione: contatto. Il pilota della McLaren ha la peggio e danneggia la vettura, sprofondando in classifica

- Giro 2: Controsorpasso di Leclerc ai danni di Bottas: il monegasco risale in seconda posizione. 

- Giro 1: Partenza-lampo di Vettel che balza al comando, Bottas infila Leclerc, che si ritrova terzo dalla pole. Hamilton quarto

- Giro di formazione in corso, sta per scattare il Gran Premio

La scelta delle gomme

Formula 1, la diretta della gara dalle 17.10 con i momenti clou

Formula 2, Ghiotto vince gara 2. Schumi jr sesto