Lewis Hamilton durante le qualifiche del Gp d'Australia 2019 (Ansa)
Lewis Hamilton durante le qualifiche del Gp d'Australia 2019 (Ansa)

Melbourne, 16 marzo 2019 - Lewis Hamilton è ancora l'uomo da battere. E' sua la pole (l'ottava all'Albert Park di Melbourne) al Gp d'Australia 2019, prima gara del Mondiale di Formula 1. Il britannico della Mercedes, che aveva dominato sia nelle prove del venerdì così come in quelle odierne, ha fermato il tempo a 1'20"486. Alle sue spalle un sorprendente Valtteri Bottas, più lento di appena 112 millesimi, mentre Sebastian Vettel con la Ferrari accusa oltre sette decimi e partirà terzo. Al suo fianco, quarto, Max Verstappen su Red Bull (+0"834). 

BLOG Hamilton e il ritorno del sempre uguale (forse) - di Leo Turrini

Terza fila col quinto tempo per l'altra rossa di Charles Leclerc (+0"956), a seguire le Haas di Romain Grosjean e Kevin Magnussen, poi Lando Norris (McLaren). Chiudono la top 10 Kimi Raikkonen (Alfa Romeo) e Sergio Perez (Racing Point). Si erano fermati al Q2, rimanendo fuori dalla lotta per la pole, le Renault di Nico Hulkenberg e Daniel Ricciardo e le Toro Rosso di Alexander Albon e Daniil Kvyat, in mezzo ai quali partirà dalla 14esima piazza Antonio Giovinazzi con l'Alfa Romeo. Eliminati nella prima manche, invece, Lance Stroll (Racing Point), Pierre Gasly (Red Bull), Carlos Sainz (McLaren) e le Williams di George Russell e Robert Kubica.

Gp Australia 2019, orari tv (diretta Sky e differita Tv8)

LA GRIGLIA DI PARTENZA - Questa la griglia di partenza del Gran Premio d'Australia, primo appuntamento del Mondiale di Formula 1, in programma su 58 giri del circuito di Melbourne pari a 307,574 km:  

1a fila 
1. Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes 1'20"486 alla media di 237,193 km/h 
2. Valtteri Bottas (Fin) Mercedes 1'20"598 

2a fila 
3. Sebastian Vettel (Ger) Ferrari 1'21"190 
4. Max Verstappen (Ned) Red Bull-Honda 1'21"320 

3a fila 
5. Charles Leclerc (Mco) Ferrari 1'21"442 
6. Romain Grosjean (Fra) Haas-Ferrari 1'21"826 

4a fila 
7. Kevin Magnussen (Den) Haas-Ferrari 1'22"099 
8. Lando Norris (Gbr) McLaren-Renault 1'22"304 

5a fila 
9. Kimi Raikkonen (Fin) Alfa Romeo-Ferrari 1'22"314 
10. Sergio Perez (Mex) Racing Point-Mercedes 1'22"781

6a fila 
11. Nico Hulkenberg (Ger) Renault 1'22"562 
12. Daniel Ricciardo (Aus) Renault 1'22"570 

7a fila 
13. Alexander Albon (Tha) Toro Rosso-Honda 1'22"636 
14. Antonio Giovinazzi (Ita) Alfa Romeo-Ferrari 1'22"714 

8a fila 
15. Daniil Kvyat (Rus) Toro Rosso-Honda 1'22"774 
16. Lance Stroll (Can) Racing Point-Mercedes 1'23"017 

9a fila 
17. Pierre Gasly (Fra) Red Bull-Honda 1'23"020 
18. Carlos Sainz (Esp) McLaren-Renault 1'23"084 

10a fila 
19. George Russell (Gbr) Williams-Mercedes 1'24"360 
20. Robert Kubica (Pol) Williams-Mercedes 1'26"067

VETTEL - "Sono state delle qualifiche un po' difficili ma la gara è domani e crediamo di avere una buona macchina", commenta amaro Vettel, ammettendo che il distacco dalla Mercedes "è stata una sorpresa". Il tedesco del cavallino rampante resta comunque fiducioso sulla gara. "E' una pista particolare, non dobbiamo preoccuparci troppo anche se il risultato di oggi non è grandioso e ci sarebbe piaciuto essere al posto della Mercedes - aggiunge -. Credo sia possibile, non si può mai sapere cosa può accadere la domenica. L'anno scorso abbiamo avuto un po' di fortuna, abbiamo una buona macchina in gara e siamo in buona forma. Le Mercedes sono favorite ma siamo qui per gareggiare, vedremo cosa succederà domani".

LECLERC - "Come risultato non ci aspettavamo niente, volevamo solo vedere come andava, ma non sono stato bravo oggi, ho sbagliato nel Q3, non sono stato all'altezza di quanto fatto nel Q1 e nel Q2. Peccato, potevo fare meglio, ho sbagliato io, la top 3 era possibile". Charles Leclerc fa autocritica dopo le qualifiche di Melbourne. Detto che le temperature più basse non hanno condizionato la prestazione della Ferrari ("la macchina non era male come bilanciamento"), il giovane monegasco prova a guardare a domani: "Niente è impossibile, spingerò fin dalla partenza perché qui è molto difficile sorpassare, ci vuole una buona partenza e un po' di fortuna con la strategia. Ma dobbiamo lavorare per migliorare in vista delle prossime gare".

GLI HIGHLIGHT

Q3 - Pole a Lewis Hamilton

Q2 - I migliori:

Hamilton
Bottas
Verstappen
Leclerc

Fuori l'idolo di casa Ricciardo

Q1 - I qualificati:

Q1 - I migliori:

Leclerc
Hamilton
Bottas 
Giovinazzo

RIVIVI LA DIRETTA

I segreti del circuito di Albert Park a Melbourne

Formula 1, tutti i circuiti (e i loro segreti)

TERZE LIBERE - Domina ancora Lewis Hamilton. Il britannico della Mercedes chiude al comando anche la terza sessione di prove libere con il tempo di 1'22"292, anche se nella parte finale ha battagliato con le Ferrari di Sebastian Vettel (secondo, +0.264) e Charles Leclerc (terzo, +0.457). Bene anche le Haas, a conferma del buon trend dei motorizzati Ferrari: Grosjean è quarto, Magnussen quinto.  Sesta è la Red Bull di Pierre Gasly, mentre l'altra Mercedes di Bottas si deve accontentare del settimo tempo. A seguire la Toro Rosso di Kvyat (ottavo), la Red Bull di Verstappen (nono) e la Renault di Ricciardo. Da segnalare poi che Giovinazzi chiude per la prima volta davanti all’altra Alfa Romeo di Raikkonen: 12° l’italiano, 17° il finlandese.