Max Verstappen (Ansa)
Max Verstappen (Ansa)

Imola, 17 aprile 2021 - Lewis Hamilton ha conquistato la sua pole position numero 99 in carriera ad Imola, durante le qualifiche del GP del Made in Italy e dell'Emilia Romagna. Il campione del mondo su Mercedes si mette alle spalle le due Red Bull di Sergio Perez e Max Verstappen in questo secondo atto del mondiale 2021 di Formula 1.

Il pilota olandese è il grande deluso di questo sabato: dato per favorito è stato invece scalzato dalla prima fila dal compagno di squadra, il Checo Perez, che ha così ottenuto il suo miglior piazzamento in qualifica della carriera. Quarto Charles Leclerc, che ha spremuto al massimo la sua Ferrari facendo segnare un ottimo tempo. Meno bene l'altra rossa di Carlos Sainz, che scatterà soltanto undicesima dopo che lo spagnolo è stato eliminato nel corso del Q2.

Completano la top ten Gasly su Alpha Tauri, Ricciardo e Norris su McLaren - con quest'ultimo che si è visto annullare un tempo da terza posizione in griglia per aver superato i track-limits -, Bottas sull'altra Mercedes, Ocon su Alpine e Stroll in sella all'Aston Martin. Da segnalare la prova delle due Williams, rispettivamente dodicesima (Russell) e quattordicesima (Latifi).



Le strategie di gara

È prevista grande bagarre durante la corsa di domani pomeriggio. La Mercedes è migliorata molto rispetto a quanto visto in Bahrain ed Hamilton resta il favorito, ma la presenza delle due Red Bull alle sue spalle in partenza potrebbe fare la differenza. Il campione britannico e Verstappen scatteranno con le gomme medie - come anche Bottas, anche se più indietro -, mentre Perez avrà le rosse; questo potrebbe dare al messicano un piccolo vantaggio allo start.

Occhi addosso alla McLaren e alla Ferrari: la scuderia inglese ha mostrato una velocità pazzesca nella giornata odierna a discapito di quanto di negativo visto nelle libere del venerdì; le rosse hanno espresso un passo gara sorprendente e Leclerc dovrebbe essere in grado di lottare per il quarto posto con Norris e Ricciardo. Gara più complessa per Sainz che parte undicesimo e avrà bisogno di una partenza superlativa per guadagnare subito posizioni importanti e tenere un buon ritmo stando almeno tra i primi otto.

Difficile prevedere il numero di pit stop. Probabile che molte scuderie proveranno ad effettuare una sosta e poi andare fino in fondo, ma resta il nodo legato alle condizioni meteo piuttosto variabili che stanno investendo il circuito in queste ore. Tra nuvole, schiarite e qualche scroscio di pioggia che è previsto dal meteo di domani potrebbero dunque esserci grosse sorprese.



Episodio 02: Imola per noi, tra Gilles, Senna e Hamilton - Podcast Profondo Rosso

Leggi anche: Serie A live, le partite di oggi