Charles Leclerc
Charles Leclerc

Portimao, 24 ottobre 2020 – La gerarchia non è stata ribaltata anche se per la prima volta i distacchi sono minimi. Il fine settimana del Portogallo in Formula 1 sull’inedito circuito di Portimao ha prodotto un leggero appiattimento dei valori, Mercedes sempre in prima fila con Hamilton e Bottas, Verstappen e Leclerc terzo e quarto ma a pochi decimi di distacco. Interessante dunque la gara considerando che la gomma più morbida, la rossa, sembra non garantire adeguata tenuta.

Strategie


Il circuito di Portimao ha un po’ stravolto le normali strategie in termini di gomme. Ad esempio, gomma media gialla e morbida rossa hanno dimostrato una certa uniformità di prestazione, tant’è che Mercedes ha strappato la pole position con mescola media e non con mescola morbida. La gomma rossa, in realtà, appare un problema per la gara con una usura elevata mostrata nelle varie sessioni di libere. Infatti sia Mercedes che Ferrari hanno cercato di qualificarsi alla Q3 con le medie. Ecco allora che Hamilton e Bottas partiranno in prima fila con gomma gialla, presumibile una sola sosta per mettere le bianche dure come secondo stint, stessa cosa per Charles Leclerc, quarto in griglia e anche lui al via con le medie. Verstappen invece ha scelto la gomma rossa e partirà terzo in griglia, ma sulla sua strategia di gara aleggia il dubbio dell’usura degli pneumatici se davvero la morbida dovesse degradare già dopo pochi giri. Se così fosse la Red Bull dovrebbe effettuare una sosta anticipata e tentare di arrivare fino in fondo con le bianche. Mercedes e Ferrari, invece, se dovessero prolungare molto il primo stint potrebbero tentare un finale di gara di attacco con la rossa sfruttando anche un serbatoio più vuoto. Tutti gli altri in top ten partiranno con gomma rossa (Perez, Albon, Sainz, Norris, Gasly e Ricciardo) e bisognerà capire se qualcuno azzarderà le due soste. L’altra Ferrari di Sebastian Vettel partirà solo quattordicesima, ma il tedesco potrà partire con la gialla con un beneficio quando la rossa dei rivali comincerà a perdere di prestazione.

Leggi anche - Formula 1, Bottas domina le Libere