Mattia Binotto (Ansa)
Mattia Binotto (Ansa)

Maranello, 25 novembre 2021 - "Non abbiamo mai sviluppato la monoposto 2021". Così afferma il Team Principal della Ferrari Mattia Binotto, che ha parlato della forma mentis e della progettualità con la quale la Scuderia si è approcciata al mondiale che sta ormai per giungere al termine. Il vero obiettivo è il 2022, che dovrà riportare le Rosse a lottare per il titolo iridato di Formula 1.

Binotto: "Concentrati sul 2022"

Mattia Binotto lo ha ripetuto più volte nel corso di questa stagione: "Tutti nostri sforzi si sono concentrati fin dall'inizio sull'auto per il 2022". Il Team Principal ha ribadito questi concetti in un'intervista rilasciata a motorsport-total.com, nella quale ha spiegato il miglioramento della Ferrari rispetto allo scorso anno: "Abbiamo introdotto alcuni sviluppi alla SF21 ad inizio stagione e basta. Sapevamo già all'inizio dell'anno che avremmo lottato per il terzo posto, ma il nostro obiettivo reale era quello di fare squadra, migliorare i dettagli e crescere assieme. L'attuale terza posizione nei Costruttori è solo il risultato di ciò".

La Scuderia di Maranello è a sole due gare dall'assicurarsi la terza piazza nel mondiale davanti alla McLaren, in quello che è stato un netto passo avanti rispetto alla disastrosa annata 2020. "Non ci è mai passato per la mente di penalizzare il 2022 a favore del 2021, non abbiamo mai fatto compromessi su questo" ha chiosato Binotto, il quale regala speranze di rivalsa ai tifosi ferraristi in vista della prossima stagione che vedrà l'introduzione del nuovo regolamento della F1.

Europa League, Spartak Mosca-Napoli 2-1