Mattia Binotto
Mattia Binotto

Bologna, 9 giugno 2021 – Due pole position tra Montecarlo e Baku, ma zero vittorie. Charles Leclerc ha dovuto patire un problema meccanico nel gp di casa, causa un suo errore in qualifica, mentre in Azerbaigian il passo di gara non era sufficiente per competere per il successo. Poi il lungo rettilineo con scia e drs che, a differenza di Montecarlo, ha facilitato i sorpassi. Ferrari dunque forte in qualifica ma più debole in gara, lo conferma anche Mattia Binotto.

Problemi in aria sporca

La Ferrari ha sicuramente messo in mostra grandi passi avanti rispetto all’anno scorso, ma per il momento riguardano di più la qualifica della gara. A serbatoio vuoto e gomme fresche i piloti riescono a trovare maggior feeling rispetto a quello che accade in gara, con usura degli pneumatici, aria sporca e serbatoio pieno. Lo ha ammesso anche Mattia Binotto a Racefans.net: “E’ evidente che serve migliorare il passo gara – le parole di Binotto – Diciamo che le prestazioni non mancano e senza impedimenti davanti i piloti possono spingere, ma con l’aria sporca soffriamo. Con le soft abbiamo faticato e in generale dobbiamo migliorare nel traffico. Analizzeremo i dati per migliorare”.

Leggi anche - Gp Baku, le pagelle di Leo Turrini