Jean Alesi (Ansa)
Jean Alesi (Ansa)

Bologna, 13 luglio 2020 - Momento buio, durissimo, per la Ferrari che deve convivere non solo con la carenza di prestazioni della monoposto ma anche con un rapporto interno non idilliaco tra Sebastian Vettel e Charles Leclerc. Dopo il contatto dello scorso anno in Brasile, ieri è arrivato quello di Spielberg nonostante le rosse fossero nelle retrovie. Di questo ha parlato l'ex Jean Alesi a Radio Anch'Io Sport.

"So che non è una bella immagine quando due compagni escono di scena in quel modo - ha affermato il francese - Ma credo che il problema sia a monte e cioè che quando si parte così indietro il rischio di toccarsi c'è. Più che sugli errori dei piloti mi soffermerei sulla macchina, che è nata male. Pesa di più la mancanza di prestazione della vettura che la pressione sui piloti. Il futuro? Non so se questo campionato possa permettere molte soddisfazioni ad una monoposto nata male, ma la Ferrari ha le risorse per recuperare".