Gp di Turchia, la Ferrari di Charles Leclerc (Ansa)
Gp di Turchia, la Ferrari di Charles Leclerc (Ansa)

Istanbul, 10 ottobre 2021 - La Ferrari sogna a lungo l'impresa nel Gp di Turchia di Formula 1. Alla fine si deve accontentare del quarto posto con Charles Leclerc, ma finalmente si rivede una Rossa competitiva, la migliore della stagione. Valtteri Bottas vince la gara ottenendo così il primo successo stagionale. Il pilota della Mercedes, partito in pole position, gestisce in gara conquistando anche il giro veloce e tenendosi alle spalle sia Max Verstappen - che grazie al 2° posto conquistato torna in testa al Mondiale - sia Sergio Perez, terzo a completare una giornata positiva per la Red Bull in ottica iridata. Ai piedi del podio appunto Leclerc, autore di una grande gara, che chiude davanti alla Mercedes di Lewis Hamilton e all'Alpha Tauri di Pierre Gasly. Settima posizione per la McLaren di Lando Norris mentre completano la top-10 l'altra Ferrari di Carlos Sainz Jr (8° dopo la partenza dal fondo dello schieramento), l'Aston Martin di Lance Stroll e l'Alpine di Esteban Ocon. 

Classifica piloti / Costruttori

Gp di Turchia, le pagelle di Leo Turrini

Mattia Binotto

"Ci abbiamo creduto e ci abbiamo provato, c'è amarezza in questo momento - dice Mattia Binotto, team principal Ferrari -. E' stato coraggioso da parte nostra, eravamo terzi e poteva essere un'occasione ghiotta, ma giusto provarci anche se alla fine l'abbiamo pagata. Leclerc ha avuto graining sul posteriore, dipende da quanto si spingeva uscendo dal box e lui avendo Perez alle spalle non ha avuto modo. Sainz? Contento della sua gara, ha dimostrato che il passo gara c'era. Peccato per il pit stop perché poteva finire più avanti. Ha fatto una bellissima rimonta. Bene anche la power unit, ci sta dando un vantaggio non solo in qualifica ma anche in gara come dimostrano i sorpassi. Sappiamo di poter contare su questa power unit sperando non dover più scontare penalità".

Charles Leclerc

"Ci abbiamo provato fino alle fine, con le intermedie è stato strano perché nei primi giri andavamo forte, ma dopo gli altri guadagnavano troppo - ha detto Charles Leclerc a Sky Sport -. Quando ci siamo fermati, purtroppo, gli altri andavano più forte e ho fatto molta fatica. Dopo il pit stop ho sentito che avevo poco grip al posteriore, poi la macchina si è riequilibrata, ma ormai era troppo tardi". Una delle più belle Ferrari dell'anno? "Sicuramente è una bella macchina da guidare. E' stato un weekend positivo ma sono un po' deluso per come è finita", ha concluso il monegasco.

Carlos Sainz

"La nuova power unit? Qualcosa di buono c'è, questo dimostra che stiamo lavorando e che la Ferrari non si ferma. Abbiamo portato un upgrade a sette gare dalla fine quando tutti pensano già alla prossima stagione. Noi, invece, continuiamo a sviluppare, stiamo spingendo perché non vogliamo finire quarti, ma vincere. Oggi siamo andati all'attacco e voglio più gare così". Queste le parole di Carlos Sainz. Poi sulla gara: "Oggi ho fatto tanti sorpassi. Non ho fatto una grandissima partenza e ho dovuto spingere al massimo. Mi stavo divertendo tantissimo e quando si è asciugata la pista è stato più difficile. Abbiamo fatto un buon passo e negli ultimi 10 giri siamo riusciti a recuperare il tempo perso al pit stop. Non è un buon giorno per lamentarsi, oggi dobbiamo essere felici. Ma quando finisci dietro di 3 secondi e perdi 10 giri dietro a Ocon non potendolo sorpassare ci costa", ha concluso lo spagnolo.

Ordine d'arrivo:

1. Valtteri Bottas (Fin) Mercedes in 1h31'04'103 
2. Max Verstappen (Ned) Red Bull + 14''584 
3. Sergio Perez (Mex) Red Bull + 33''471 
4. Charles Leclerc (Mon) Ferrari 37''814 1 
5. Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes + 41''812 
6. Pierre Gasly (Fra) AlphaTauri + 44''292 
7. Lando Norris (Gbr) McLaren + 47''213 
8. Carlos Sainz (Esp) Ferrari 51''526 
9. Lance Stroll (Can) Aston Martin 1'22''018 
10. Esteban Ocon (Fra) Alpine +1 GIRO 
11. Antonio Giovinazzi (Ita) Alfa Romeo +1 GIRO 
12. Kimi Raikkonen (Fin) Alfa Romeo +1 GIRO 
13. Daniel Ricciardo (Aus) McLaren +1 GIRO 
14. Yuki Tsunoda (Jpn) AlphaTauri + 1 GIRO 
15. George Russell (Gbr) Williams + 1 GIRO 
16. Fernando Alonso (Esp) Alpine +1 GIRO 
17. Nicholas Latifi (Can) Williams + 1 GIRO 
18. Sebastian Vettel (Ger) Aston Martin +1 GIRO 
19. Mick Schumacher (Ger) Haas +2 GIRI 
20. Nikita Mazepin (Rus) Haas + 2 GIRI.


















Giro più veloce: (58°) Valtteri Bottas (Mercedes) in 1'30"432 alla media di 212.500 km/h.

Classifica del Mondiale piloti: 

1. Max Verstappen (Ola) punti  262,5 
2. Lewis Hamilton (Gbr) 256,5 
3. Valtteri Bottas (Fin) 177 
4. Lando Norris (Gbr) 145 
5. Sergio Pérez (Mex) 135 
6. Carlos Sainz Jr. (Spa) 116,5 
7. Charles Leclerc (Mon) 116 
8. Daniel Ricciardo (Aus) 95 
9. Pierre Gasly (Fra) 74 
10. Fernando Alonso (Spa) 58 
11. Esteban Ocon (Fra) 46 
12. Sebastian Vettel (Ger) 35 
13. Lance Stroll (Can) 26 
14. Yuki Tsunoda (Jap) 18 
15. George Russell (Gbr) 16 
16. Nicholas Latifi (Can) 7 
17. Kimi Räikkönen (Fin) 6 
18. Antonio Giovinazzi (Ita) 1 
19. Mick Schumacher (Ger) 0 
20. Nikita Mazepin (Rus) 0 
21. Robert Kubica (Pol) 0. 



















Classifica del Mondiale costruttori: 

1. Mercedes punti 433,5 
2. Red Bull Honda 397,5 
3. McLaren Mercedes 240 
4. Ferrari 232,5 
5. Alpine Renault 104 
6. AlphaTauri Honda 
92 7. Aston Martin Mercedes 61 
8. Williams Mercedes 23 
9. Alfa Romeo Racing Ferrari 7 
10. Haas Ferrari 0.