Charles Leclerc in azione il Mugello (Ansa)
Charles Leclerc in azione il Mugello (Ansa)

Scarperia e San Piero (Firenze), 12 settembre 2020 - E' sempre la Mercedes a dettare legge, anche quando la Formula 1 'battezza' l'inedito circuito del Mugello. Nelle qualifiche la pole position è di Lewis Hamilton (la numero 95 in carriera) in 1'15"144 davanti a Valtteri Bottas (59 millesimi), sfortunato perché costretto ad alzare il piede dall'acceleratore all'ultimo tentativo utile a causa del testacoda di Ocon.  Max Verstappen, terzo su Red Bull, le prova tutte per giocare il ruolo da terzo incomodo. E non si piazza distante dalle due Fracce d'argento, primo degli umani a 365 millesimi. Completa la seconda fila l'altra Red Bull di Alexander Albon, mentre timidi segnali arrivano dalla Ferrari di Charles Leclerc, coraggioso quinto a 1"126 e in terza fila insieme alla Racing Point di Sergio Perez. Una prova d'orgoglio per il monegasco, dopo che la Rossa, libere 1 a parte, aveva palesato tutte le difficoltà anche in questi giorni. Ancora problemi per Sebastian Vettel, fuori in Q2 con il 14esimo tempo, stessa posizione che occuperà sulla griglia di partenza, dietro anche a Kimi Raikkonen. Giornataccia per Paul Gasly: il vincitore di Monza viene eliminato in Q1, partirà 16esimo. 

Qui la griglia di partenza

Ferrari

Sconsolato Sebastian Vettel. "Non sto riuscendo a guidare bene la macchina, cerchiamo di fare un passo alla volta, ne abbiamo fatto un altro", dice il tedesco della Ferrari. "Sarà un gp difficile cercheremo di avere un miglior passo gara - aggiunge Vettel -, la pista è bella, ma è difficile superare. Qui non abbiamo mai gareggiato, quindi complicato fare previsioni".

Vede il bicchiere mezzo pieno Charles Leclerc. "Abbiamo fatto il massimo. Rispetto a Monza e Spa, dove guidare era incredibilmente difficile, il bilanciamento della macchina era migliore e l'ho apprezzato"., dice. "Farò il massimo per tenere a debita distanza le tre macchine appena dietro di noi, che venerdì avevano un passo gara migliore del nostro",  aggiunge.

LE VOCI DEI PROTAGONISTI

"Il weekend è stato duro, devo essere onesto. Valtteri è sempre stato davanti a me fino al Q1, ho dovuto lavorare sodo per migliorare dietro le quinte, le traiettorie, le chiaccherate con gli ingegneri..". Questo il commento di Lewis Hamilton. "La pista è fenomenale, molto impegnativa. Non so se si riesca ad avvertire in tv la sequenza curva 6-7-8 - aggiunge il britannico della Mercedes -, le forze G sono folli e e le velocità sono elevatissime. Sono state qualifiche fantastiche, sono felice del risultato".

Valtteri Bottas mastica amaro: "Nel primo giro sono stato di pochissimo più lento e speravo nel secondo tentativo, ma non ho potuto fare nulla per la bandiera gialla - spiega -. E' stata una qualifica deludente, ma in gara ci dovrebbe essere la possibilità di superare un alcune curve e soprattutto c'è tanta strada per arrivare a curva uno". Max Verstappen sembra positivamente sorpreso dalla sua prestazione. "Non mi aspettavo di poterli mettere in difficoltà in qualifica", dice l'olandese. "Ma ci siamo ripresi rispetto a Monza, dove eravamo in difficoltà e questo è un buon inizio per me", aggiunge. E conclude: "In Q3 si è sentito poco, un po' di più in Q1 e questo rende le cose più complicate, ma questa pista è bellissima".

PROFONDO ROSSO, il blog di Leo Turrini

Classifica piloti - Costruttori

Calendario - Risultati

Rivivi le qualifiche

Gp Toscana Ferrari 1000, le libere 3

Nel segno di Valtteri Bottas le terze prove libere. Il finlandese della Mercedes ha surclassato tutti con un gran tempo, 1:16.530, lasciandosi alle spalle Max Verstappen su Red Bull a 17 millesimi e il compagno di squadra e campione del mondo Lewis Hamilton, a 83. Settimo tempo per la Ferrari di Charles Leclerc, staccato di quasi un secondo, lontanissimo, addirittura al diciottesimo posto, Sebastian Vettel, in ritardo di oltre un secondo e mezzo. Per l'italiano Antonio Giovinazzi 13° tempo, a 1''282 da Bottas.

Le caratteristiche del circuito

Il tracciato del Mugello è stato costruito nel 1972 ed è situato a Scarperia in Toscana. Di proprietà Ferrari, acquistato nel 1988, il Mugello è tappa fissa del Motomondiale e ha ospitato diverse categorie automobilistiche come Formula 3000, Formula 2, Fia Gt e Dtm ma per la prima volta sarà sede di un gran premio del Mondiale di Formula 1. Il tracciato è lungo 5.245 metri ed è composto da 15 curve, molto adatto alle moto – che hanno diversi punti per sorpassarsi – meno per la Formula 1 che probabilmente avrà come unica possibilità di sorpasso la curva 1 al termine del lungo rettifilo principale. Non ci sono ovviamente precedenti in Formula 1 e come metro di paragone si può prendere il tempo record effettuato da Marc Marquez in Moto gp nel giugno 2013 in 1’47”639.