Pierre Gasly della Scuderia AlphaTauri Honda (Ansa)
Pierre Gasly della Scuderia AlphaTauri Honda (Ansa)

Monza, 6 settembre 2020 - Trionfo a sorpresa per Pierre Gasly su Alpha Tauri nel Gran Premio d'Italia di Formula 1 sul circuito di Monza. Al secondo posto Carlos Sainz con la McLaren. Lance Stroll con la Racing pont è arrivato terzo. Determinante per l'esito finale di un Gp pazzo e dalle mille emozioni la penalità (uno stop and go con 10" per essere entrato in pit-lane quando non si poteva) inflitta a Lewis Hamilton che, dopo la bandiera rossa del ventisettesimo giro e la nuova partenza, ha dovuto transitare dai box e ripartire dall'ultimo posto. Il britannico ha chiuso al settimo posto, mentre l'altro pilota Mercedes Valtteri Bottas ha concluso in quinta posizione.

Quello di Monza è stato invece per la Ferrari un nuovo weekend da incubo. Si è chiuso al venticinquesimo giro il Gp d'Italia delle rosse. A Monza prima il ritiro di Sebastian Vettel (problema ai freni) al nono giro, poi l'incidente al venticinquesimo giro di Charles Leclerc. Brutto il dritto alla parabolica che ha coinvolto Leclerc: gran botta per la Ferrari del monegasco, uscito comunque con le proprie gambe dall'abitacolo. Caos in pista, bandiera rossa e monoposto ai box prima della ripartenza. Vettel invece è rientrato ai box dopo che sulla sua vettura si sono notate delle fiamme. Probabilmente c'è stato un problema al sistema frenante della Ferrari nel corso del sesto giro. "È stato un weekend da incubo, peggiore del previsto. Meglio che non ci siano i tifosi a guardarci", così commenta Sebastian Vettel. "Tenere la testa alta è difficile - spiega il quattro volte campione del mondo a Sky -, ma cerchiamo un finale di stagione degno".

Leclerc

"La Ferrari è molto difficile da guidare, ho dato il massimo ma ho fatto un errore. Non so se ho chiesto troppo alla macchina, forse, ma ho preso il muro". Sono considerazioni amare quelle di Charles Leclerc a fine gara. Il monegasco ammette l'errore personale, ma non nasconde le difficoltà della monoposto. Settimana prossima la Ferrari festeggerà le 1000 gare al Mugello. "Sulla carta è un circuito migliore per noi - aggiunge Leclerc a Sky -, ora ho qualche giorno per recuperare dalla botta. Sto bene? Più o meno".

PROFONDO ROSSO Il blog di Leo Turrini

Binotto

La Ferrari "non demorde". Parola di Mattia Binotto: "Non dobbiamo dimenticare ma imparare dai nostri errori, questa stagione ci insegnerà qualcosa per il futuro", aggiunge. "È la peggior conclusione possibile di un weekend difficile. Non c'è nulla di peggio di non finire la gara, specie per un problema di affidabilità come per Vettel", dice ancora. Il team principal della Rossa spera che al Mugello le cose vadano meglio: "Ci contiamo ma promettere qualcosa ora diventa difficile".

Gp d'Italia a Monza, rivivi la diretta

Renaul cambia nome: ecco Alpine F1 Team

Il team di Formula 1 Renault cambia nome, dalla prossima stagione si chiamerà Alpine F1 Team. Il team perderà il colore giallo abbracciando il colore blu del marchio francese ma anche il colore che contraddistingue le vetture transalpine nel motorsport. L'ex campione del mondo Fernando Alonso, che ha vinto il titolo mondiale nel 2005 e nel 2006 con Renault, la prossima stagione tornerà in F1 con la scuderia al fianco di Esteban Ocon. La Renault, che resterà comunque presente in F1 come fornitore di motori, è entrata in Formula 1 come costruttore nel 1977.