Festa a ritmo di samba sul podio per Hamilton (Ansa)
Festa a ritmo di samba sul podio per Hamilton (Ansa)

San Paolo, 11 novembre 2018 - Lewis Hamilton conquista anche il Gp del Brasile di Formula 1 a Interlagos, ventesimo appuntamento del mondiale. La Mercedes vince per la quinta volta consecutiva il titolo costruttori. Secondo posto per uno scatenato Max Verstappen, Red Bull, penalizzato mentre era in testa nel doppiaggio della Force India di Ocon. Terza la Ferrari di Kimi Raikkonen e quarto Daniel Ricciardo, su Red Bull. Quinto Valtteri Bottas su Mercedes. Sesto posto per La Rossa di Sebastian Vettel e settima piazza per Charles Leclerc sulla Sauber Alfa Romeo. Bene anche le Haas motorizzate Ferrari con Romain Grosjean ottavo e Kevin Magnussen nono. Decimo Sergio Perez, Force India.

Hamilton, già campione dal Messico, consegna al team guidato dall'austriaco Toto Wolff, per il quinto anno consecutivo, la 'doppietta' campionato piloti- costruttori. Il britannico a livello prersonale coglie il 72esimo successo della carriera. 

HAMILTON - "E' un onore vincere con questo team. I ragazzi hanno lavorato davvero sodo negli ultimi 6 anni, abbiamo fatto un percorso incredibile con loro". Lewis Hamilton è felice anche per il secondo traguardo stagionale raggiunto: il titolo costruttori: "Voglio ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile tutto ciò. Oggi ho faticato tanto, avevo dei problemi al motore e ad un certo punto mi son sentito impotente di fronte a Verstappen. Il contatto Ocon-Verstappen? Sono cose che capitano, non sono particolarmente sorpreso. Quando ho visto Verstappen girarsi avevo altro a cui pensare sulla mia monoposto ma sono fiero di esser riuscito a tenere la prima posizione. Cerco sempre di sfruttare al massimo tutte le occasioni per poter dare sempre quel qualcosa in più alla squadra".

VERSTAPPEN - Max Verstappen protagonista di una splendida gara rovinata dal contatto con il doppiato Esteban Ocon, l'olandese è furioso, ed ha ragione: "Ho perso per colpa di un idiota. Un idiota per altro doppiato".  Il pilota della Red Bull aveva meritato, e andava a conquistarsi una vittoria: "Ho dato tutto, abbiamo fatto tutto quello che potevamo fare. Avevamo un'ottima macchina. E' stata una bellissima gara che è andata ancor meglio di quanto ci potessimo aspettare. Abbiamo preso la strategia e siamo riusciti a fare uno stint lungo su supersoft. Il secondo posto va comunque bene e il prossimo anno proveremo a lottare ancor di più con maggiore potenza sulla macchina", conclude sconsolato Verstappen al suo quarto podio consecutivo.

OCON - Esteban Ocon, protagonista di una manovra scorretta che ha fatto perdere la prima posizione all'olandese della Red Bull accusa: "Verstappen mi ha spintonato nel retropodio, ha cercato di darmi un pugno. La Fia deve fermarlo, non è un comportamento da professionista". Il pilota francese della Force India contro l'avversario. "Il contatto? Sono uscito dai box dietro a Max e avevo un gran passo tanto che al primo giro son rimasto bloccato dietro alla sua Red Bull e non l'ho passato. Il team mi ha dato il via libera per il sorpasso e per sdoppiarmi come ho fatto con Alonso. Solamente con Max mi son toccato e questo mi fa arrabbiare: non ha avuto un comportamento da professionista".

RAIKKONEN - "E' stata una gara divertente e difficile con tante belle battaglie". Sempre composto, Iceman, vero professionista, continua ad avvicinarsi all'addio al Cavallino regalando podi alla Ferrari. "Non è stata una grande giornata per noi della Ferrari ma il risultato è comunque discreto. La scelta delle soft al via? La nostra gestione non è stata male ma oggi era difficile superare, soprattutto in curva 1. Inutile parlarne ora a gara finita", saggezza finlandese. 

POLEMICA QUALIFICHE - Polemiche per le qualifiche del sabato, con Hamilton graziato dopo una manovra pericolosa e Vettel multato per non aver spento il motore al peso. La gara: in programma 71 giri, pari a 305,879 km.

Classifica piloti - Classifica costruttori - Calendario

Pilota del giorno: Max Verstappen

F1 Gp del Brasile 2018, orari tv (diretta Sky e Tv8)

Il Gp del Brasile in diretta

L'ordine d'arrivo: 
1. Lewis Hamilton (GBR/Mercedes) 1h27:09.066; 
2. Max Verstappen (OLA/Red Bull-Renault) +1.469; 
3. Kimi Räikkönen (FIN/Ferrari) +4.764; 
4. Daniel Ricciardo (AUS/Red Bull-Renault) +5.193; 
5. Valtteri Bottas (FIN/Mercedes) +22.943; 
6. Sebastian Vettel (GER/Ferrari) +26.997; 
7. Charles Leclerc (MON/Sauber-Ferrari) +44.199; 
8. Romain Grosjean (FRA/Haas-Ferrari) +51.230; 
9. Kevin Magnussen (DAN/Haas-Ferrari) +52.857; 
10. Sergio Pérez (MES/Racing Point Force India) +1 giro; 
11. Brendon Hartley (NZL/Toro Rosso-Honda) +1 giro; 
12. Carlos Sainz Jr (SPA/Renault) +1 giro; 
13. Pierre Gasly (FRA/Toro Rosso-Honda) +1 giro; 
14. Stoffel Vandoorne (BEL/McLaren-Renault) +1 giro; 
15. Esteban Ocon (FRA/Racing Point Force India) +1 giro; 
16. Fernando Alonso (SPA/McLaren-Renault) +2 giri; 
17. Sergey Sirotkin (RUS/Williams-Mercedes) +2 giri; 
18. Lance Stroll (CAN/Williams-Mercedes) +2 giri. 
Ritiri: Marcus Ericsson (SVE/Sauber) 22° giro; Nico Hülkenberg (GER/Renault) 33° giro.  

Classifica piloti
1. Lewis Hamilton (GBR) 383 punti; 
2. Sebastian Vettel (GER) 302; 
3. Kimi Räikkönen (FIN) 251; 
4. Valtteri Bottas (FIN) 237; 
5. Max Verstappen (OLA) 234; 
6. Daniel Ricciardo (AUS) 158; 
7. Nico Hülkenberg (GER) 69; 
8. Sergio Pérez (MES) 58; 
9. Kevin Magnussen (DAN) 55; 
10. Fernando Alonso (SPA) 50; 
11. Esteban Ocon (FRA) 49; 
12. Carlos Sainz Jr (SPA) 45; 
13. Romain Grosjean (FRA) 35; 
14. Charles Leclerc (MON) 33; 
15. Pierre Gasly (FRA) 29; 
16. Stoffel Vandoorne (BEL) 12; 
17. Marcus Ericsson (SVE) 9; 
18. Lance Stroll (CAN) 6; 
19. Brendon Hartley (NZL) 4; 
20. Sergey Sirotkin (RUS) 1.  

Classifica costruttori: 
1. Mercedes 620 punti; 
2. Ferrari 553; 
3. Red Bull 392; 
4. Renault 114; 
5. Haas 90; 
6. McLaren 62; 
7. Racing Point Force India 48; 
8. Sauber 42; 
9. Toro Rosso-Honda 33; 
10. Williams 7.

Tweet e momenti clou

Giro 71 su 71 - Vince Lewis Hamilton. Mondiale costruttori alla Mercedes

Giro 69 - Hamilton via radio: "Non ho grip"

Giro 68 - Verstappen prova a prendere Hamilton

Giro 63 - Investigazione per Alonso

Giro 61 / 71: Hamilton, Verstappen, Raikkonen, Ricciardo, Bottas, Vettel e Leclerc

Giro 60 - Bottas ai box, reintra quinto

Giro 59 - Ricciardo passa Bottas ed è quarto

Giro 59 - Commissari: Dieci secondi di stop and go per Ocon per il contatto con Verstappen

Giro 55 - Hamilton, problemi ai pneumatici

Giro 54 - Pit Stop per Vettel, rientra settimo 

Giro 50 - Hamilton, Verstappen, Raikkonen, Bottas e Ricciardo

Giro 46 - Ricciardo aggressivo passa Vettel

Giro 45 - Hamilton, Verstappen, Raikkonen, Bottas, Vettel

- L'olandese della Red Bull si è girato per un contatto nel doppiaggio di Ocon, che aveva già passato sulla linea del treguardo. Ocon si è riaffiancato e c'è stato il contatto: da bandiera nera.

Giro 44 - Verstappen si gira e perde la vetta. Hamilton primo

Giro 42 - Oggi Verstappen ha una marcia in più

Giro 40 - Verstappen primo, Hamilton, Bottas, Raikkonen, Vettel e Ricciardo

Giro 39 -  Verstappen sorpassa Hamilton 

Giro 38 - Ricciardo, Hamilton, Verstappen, Bottas, Raikkonen, Vettel, Magnussen, Leclerc

Giro 36 - Verstappen ai box, rientra terzo

Giro 35 - Raikkonen passa Vettel. Ritiro di Hulkenberg

Giro 33 - Verstappen, Ricciardo, Hamilton, Leclerc, Bottas, Vettel, Raikkonen

Giro 32 - Raikkonen ai box, rientra settimo

Giro 29 - Situazione: Verstapppen, Raikkonen, Ricciardo, Hamilton, Leclerc, Bottas, Grosjean, Vettel, ora ottavo, Magnussen

Giro 28 - Vettel ai box, rientra nono

Giro 23 - Verstappen al comando, Raikkonen a +8"266. Il finlandese perde terreno dalla Red Bull.

Giro 22 - Ericsson si gira, e rientra a i box per ritiro

Giro 20 - Hamilton ai box per cambio gomme, rientra settimo. Verstappen in testa e Raikkonen secondo

Giro 19 - Bottas ai box per cambio gomme: medie. Rientra nono

Giro 18 - Segni sulle gomme di Hamilton

Giro 16 - Alonso ai box cambio gomme 

Giro 16 - Situazione: Hamilton, Verstappen, Bottas, Raikkonen, Vettel, Ricciardo, Leclerc, Grosjean, Magnussen e Gasly

Giro 11 - Lotta per il terzo posto tra Bottas, Raikkonen, Vettel e Ricciardo

Giro 10 - Verstappen supera anche Bottas

Giro 4 - Verstappen vola: supera anche Vettel ed è terzo. Raikkonen supera il compagno di squadra

Giro 2 - Verstappen super Raikkonen: è quarto

Giro 1 - Hamilton in testa, Bottas super Vettel

Prima della gara

 

Questa la griglia di partenza:

1a fila 1. Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes 1'07"281 alla media di 230,561 km/h 2. Sebastian Vettel (Ger) Ferrari 1'07"374

2a fila 3. Valtteri Bottas (Fin) Mercedes 1'07"441 4. Kimi Raikkonen (Fin) Ferrari 1'07"456

3a fila 5. Max Verstappen (Ned) Red Bull 1'07"778 6. Marcus Ericsson (Swe) Sauber 1'08"296

4a fila 7. Charles Leclerc (Mon) Sauber 1'08"492 8. Romain Grosjean (Fra) Haas 1'08"517

5a fila 9. Pierre Gasly (Fra) Toro Rosso 1'09"029 10. Kevin Magnussen (Den) Haas 1'08"659

6a fila 11. Daniel Ricciardo* (Aus) Red Bull 1'07"780 12. Sergio Perez (Mex) Force India 1'08"741

7a fila 13. Nico Hulkenberg (Ger) Renault 1'08"834 14. Sergey Sirotkin (Rus) Williams 1'10"381

8a fila 15. Carlos Sainz (Esp) Renault 1'09"269 16. Brendon Hartley (Nze) Toro Rosso 1'09"280

9a fila 17. Fernando Alonso (Esp) McLaren 1'09"402 18. Esteban Ocon* (Fra) Force India 1'08"770

10a fila 19. Lance Stroll (Can) Williams 1'09"441 20. Stoffel Vandoorne (Bel) McLaren 1'09"601

(*) = penalizzato di 5 posizioni

 

Hamilton da punire, Mercedes no Tav, grande Leclerc - di LEO TURRINI