Lewis Hamilton (Ansa)
Lewis Hamilton (Ansa)

Sakhir (Bahrain), 28 novembre 2020 - Lewis Hamilton, proclamatosi campione del mondo due settimane fa, non vuole lasciare neanche le briciole agli avversari. Il pilota inglese ha conquistato in Bahrain la sua 98esima pole position in carriera, battendo per l'ennesima volta il compagno di squadra Valtteri Bottas, che partirà al suo fianco. Terza la monoposto di Max Verstappen, che si è dichiarato comunque soddisfatto di poter partire dal lato pulito della pista.

Completa la seconda fila l'altra Red Bull di Alexander Albon, seppur con sei decimi di gap dal crono del compagno di scuderia. Quinta la Racing Point di Perez, seguito dalle due Renault di Ricciardo ed Ocon. Completano la top ten Gasly, Norris e Kvyat.

Fine settimana complicato per le Ferrari, che soffrono particolarmente una pista "di motore" come questa nel deserto di Sakhir. Vettel scatterà undicesimo davanti a Leclerc, tredicesimo Stroll che ha avuto qualche problema durante il Q2. Sfortunato anche Sainz, quindicesimo su McLaren, che ha provocato una bandiera rossa durante la seconda sessione a causa di un problema tecnico.



Strategie di gara 

La mescola più performante è senza dubbio la media, quella gialla, con la quale scatteranno tutte le vetture in top ten. Le gomme rosse hanno evidenziato problemi di overheating, ossia surriscaldamento oltre la soglia massima di prestazione dello pneumatico, per cui sarà da valutare attentamente il loro utilizzo, che si verificherà probabilmente verso la conclusione del Gran Premio.

Tutte le monoposto dovrebbero montare al via le gialle, che garantiscono ottimo grip e una buona durata sul medio-lungo termine. Da evidenziare che, nonostante i piloti in Q3 abbiano effettuato il giro veloce con le rosse, Hamilton nel Q2 è riuscito a firmare un tempo di un decimo più veloce proprio con la mescola media.

I team dovrebbero optare per una sola sosta durante il GP. Nel passo gara rimangono favorite le Frecce d'Argento, ma Verstappen sarà la solita scheggia impazzita, l'unico in grado di dar fastidio alle monoposto tedesche. Attenzione al ritmo delle Renault e delle McLaren, anche se Sainz parte indietro. Sarà una domenica faticosa per le Ferrari, che dovranno cercare di piazzarsi perlomeno in zona punti.



Leggi anche: Serie A live, le partite di oggi