Max Verstappen (Ansa)
Max Verstappen (Ansa)

Sakhir (Bahrain), 27 marzo 2021 - La Formula 1 è finalmente tornata in pista per la stagione 2021 con le qualifiche del GP del Bahrain. Max Verstappen ha lanciato un segnale importante in questa prima tappa di quello che sarà il Mondiale più lungo di sempre, con 23 corse in programma durante l'anno. Il pilota olandese in sella alla sua Red Bull ha piazzato la prima pole position stagionale, mettendosi alle spalle il sette volte campione del mondo Lewis Hamilton di quasi quattro decimi di secondo. Al terzo posto scatterà Valtteri Bottas con l'altra Mercedes.

Sorprende in positivo la Ferrari, che sembra riemersa dal baratro nel quale era sprofondata l'anno scorso. Quarto tempo per Charles Leclerc, che sistema la rossa in seconda fila ad un decimo da Bottas e a tre da Sir Lewis. Ancora è presto per i verdetti - il Bahrain è spesso una gara anomala - ma i miglioramenti apportati alla monoposto dagli uomini di Maranello sono evidenti. Ottavo Carlos Sainz con l'altra vettura del Cavallino Rampante; lo spagnolo è stato penalizzato da un errore commesso in curva uno durante il suo giro lanciato.

Strategie di gara

I temi da trattare sono innumerevoli. La Mercedes sembra aver perso il grande gap prestazionale nei confronti delle rivali, ossia le vetture della Red Bull. Le Frecce d'Argento di Hamilton e Bottas si presenteranno sulla griglia di partenza con le gomme medie, che garantiranno uno stint molto più lungo delle morbide. Stesso discorso per Verstappen, mentre il suo compagno di squadra Sergio Perez - alla prima corsa con la nuova scuderia - è stato escluso in Q2. Anche il messicano aveva tentato di qualificarsi al Q3 con le gialle, restando però tagliato fuori; partirà dunque undicesimo, probabilmente con le gialle.

Da segnalare che in top ten anche Pierre Gasly, a bordo dell'Alpha Tauri, andrà in griglia con le gialle. Il francese partirà quinto e potrebbe essere un outsider: la scuderia italiana ha un ottimo passo gara, come già dimostrato nelle libere di venerdì.

Il favorito assoluto per la vittoria è Max Verstappen. Il pilota 23enne ha a disposizione la monoposto che gestisce meglio di tutte gli pneumatici, mentre la Mercedes ha accusato qualche problema a riguardo. Difficoltà più gravi nel passo gara, sulla carta, per le McLaren di Norris e Ricciardo, che saranno sesti e settimi in partenza. La Ferrari è quasi un'incognita: le rosse sono cresciute notevolmente, ma i miglioramenti reali saranno chiari soltanto domani pomeriggio.

Leggi anche: Profondo Rosso, il podcast di Leo Turrini