Lewis Hamilton, sei volte campione del mondo di Formula 1 (Ansa)
Lewis Hamilton, sei volte campione del mondo di Formula 1 (Ansa)

Austin, 3 novembre 2019 - Dominio Mercedes nel Gp Usa di Formula 1, con il finlandese Valterri Bottas - scattato dalla pole al Gp degli Usa 2019 - che si aggiudica la gara e Lewis Hamiton che chiude secondo, dopo una lunga battaglia, e vince il suo sesto titolo mondiale, ad 11 anni dal primo titolo. Terzo posto per la Red Bull di Max Verstappen. Al pilota inglese stava per riuscire l'ennesimo capolavoro: partendo dalla quinta posizione è quasi riuscito con una strategia con una sola sosta a battere la concorrenza e beffare il compagno di scuderia Valterri Bottas, che però a quattro giri dalla fine con una gomma più fresca è riuscito a passare il compagno di squadra.

LE PAGELLE DEL GP DI AUSTIN

I riflettori erano  tutti per lui,  Lewis Hamilton, che  col secondo posto ha conquistato il titolo iridato con due gare di anticipo. Terzo l'olandese della Red Bull Max Verstappen. Bottas, autore di un week-end perfetto, ha superato l'inglese, che ha scelto una sola sosta ai box, a 4 giri dalla fine. Disastro Ferrari: Charle Leclerc si piazza al quarto posto, ma  Sebastian Vettel è stato costretto al ritiro: nel corso dell'ottavo giro il tedesco delle Rosse ha dovuto rallentare vistosamente a causa della rottura di una sospensione posteriore destra, quindi si è dovuto fermare a bordo pista.

Hamilton e Bottas

'Re' Hamilton a fine gara mostra tutta la sua grinta: "È travolgente, è stata una gara difficile, volevo solo rimontare, sono molto emozionato in questo momento. È un onore per me essere qui ed essere paragonato a grandi piloti. Mi sarei potuto rilassare, mio padre però mi ha insegnato a non mollare mai. Ringrazio la mia famiglia, i miei tifosi, ho cercato di regalare loro anche questo successo. Quanti titoli posso vincere? Mi sento fresco e pronto per affrontare la prossima gara". Di certo Hamilton è da record: il pilota anglo-caraibico ha vinto il titolo nel 2008 con la McLaren e nel 2014, 2015, 2017, 2018 e 2019 con la Mercedes. Meglio di lui ha fatto solo Michael Schumacher con sette titoli iridati. 

Quanto a Bottas, commenta: "E' stata una grande vittoria, ho ricevuto delle ottime sensazioni dalla macchina. Ma nel Mondiale ho fallito e mi congratulo con Hamilton, ci riproverò il prossimo anno". Il pilota finlandese non è riuscito a mantenere aperta la corsa al titolo iridato: "Potevo tenere aperto il campionato ma non era semplice - ha commentato nel post gara - Ma sono comunque felice, avevo un passo competitivo e mi sono concentrato soltanto su questo weekend. Non sapevo bene quale fosse la strategia migliore ma il mio passo era davvero forte oggi".

F1 orari tv Sky e Tv8

Ferrari da dimenticare

Sebastian Vettel partiva dalla seconda posizione ma già dal via ha mostrato diversi problemi subendo il sorpasso in successione di Verstappen, Hamilton, Leclerc, Norris e Ricciardo. Poi al nono giro in uscita di una curva in salita ha rotto una sospensione e ha chiuso la gara andando a parcheggiare nell'erba dopo un rettilineo su tre ruote. 
E non è andata meglio neanche al compagno di scuderia Charles Leclerc che ha provato a reggere con le Mercedes e la Red Bull di Max Verstappen ma ha dovuto capitolare, chiudendo al quarto posto, anche per un problema ad una pistola al cambio gomme, che gli ha fatto perdere molto tempo.  

L'ordine di arrivo

1 - Bottas (Mercedes)
2 - Hamilton (Mercedes)
3 - Verstappen (Red Bull)
4 - Leclerc (Ferrari)
5 - Albon (Red Bull)
6 - Ricciardo (Renault)
7 - Norris (McLaren)
8 - Sainz (McLaren)
9 - Hulkenberg (Renault)
10 - Perez (Racing Point)








(L'articolo segue dopo)

F1 Austin, rivivi la gara

VETTEL - "Non dovrebbe trattarsi di un problema al motore, penso sia stato piuttosto un problema strutturale", dice Vettel subito dopo il ritiro. "Peccato, perché avevamo preparato tutto al meglio durante il weeke-end".

Gli highlight

Giro 45: è lotta anche per piazzarsi nella top 10

Giro 41: Hamilton vede il sesto titolo avvicinarsi sempre di più

Giro 39: 1° Hamilton, 2° Bottas, 3° Verstappen, 4° Leclerc

Giro 36: Nuovo pit stop per Bottas

Giro 29:

Giro 27: la battaglia non è solo davanti

Giro 25: Pit stop per Hamilton

Giro 24: Bottas riprende il comando della gara

Giro 22: problemi al pit stop per Leclerc

Giro 20: Tempo di pit stop, ora Hamilton è davanti a tutti

Giro 13:

Giro 8: Rottura di una sospensione, Vettel è costretto al ritiro

Giro 4: Vettel scende in settima posizione

Giro 2: problemi per Vettel

Giro 1: Bottas scatta subito davanti, Verstappen infila Vettel