Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
28 gen 2022

Film, sponsor, moda: è già Berrettini-mania

Docu-serie di Netflix, boom di biglietti per il match con Nadal iniziato alle 4.30 e spopolano total black e cappellino rovesciato

28 gen 2022
paolo franci
Sport
Matteo Berrettini, 25 anni, con il suo total black sfoggiato agli Open d’Australia: al di là del risultato contro Nadal, il romano è il tennista del momento
Matteo Berrettini, 25 anni, con il suo total black sfoggiato agli Open d’Australia: al di là del risultato contro Nadal, il romano è il tennista del momento
Matteo Berrettini, 25 anni, con il suo total black sfoggiato agli Open
Matteo Berrettini, 25 anni, con il suo total black sfoggiato agli Open d’Australia: al di là del risultato contro Nadal, il romano è il tennista del momento
Matteo Berrettini, 25 anni, con il suo total black sfoggiato agli Open d’Australia: al di là del risultato contro Nadal, il romano è il tennista del momento
Matteo Berrettini, 25 anni, con il suo total black sfoggiato agli Open

di Paolo Franci Te ne accorgi entrando in un circolo di tennis quando fanno lezione i ragazzini. Troppi cappellini rovesciati per non essere un chiaro sintomo delle Berrettinimania. Se poi sarà come la contaminazione degli anni Settanta che qui in Italia, più di qualsiasi altra moda - politica o di costume - ci consegno generazioni di ragazzi coi capelli lunghi, la riga da una parte e la fascetta elastica alla Adriano Panatta, lo vedremo. Fu, il tennista romano, uno dei precursori dell’idolo sportivo a tutto sponsor. All’epoca i calciatori non esistevano o quasi da questo punto di vista. I primi segnali arriveranno negli anni ’80, con Falcao che con quel suo "Obrigado" inneggiava alla la pasta della Barilla, sponsor di maglia della Roma. Ma nelle camerette dei ragazzi c’era il poster di Panatta che capi pubblicizzava d’abbigliamento Fila, scarpe Superga e quellea racchetta Wip - Walter Italian Precision - ’Panatta Autograph’ di 4 etti che diede vita e magia al tennis più bello degli anni ’70. Quasi 50 anni dopo è un altro tennista romano ad accendere la fantasia dei circoli e delle falangi della passione tennistica nel nostro Paese. Si chiama Matteo Berrettini e non è certo il match con Nadal agli Open (è iniziato stamane alle 4,30) a cambiare un’onda che può farsi rapidamente marea. E’ bello almeno quanto Panatta, ha classe quanto lui - tenendo conto che il tennis al cachemire dei tempi di Adriano ha lasciato il posto a quello al napalm e a tutto ace degli attuali bombardieri del circuito - piace a tutti come Panatta e quando passa, per fare un esempio, in mezzo allo splendore del Foro Italico, te ne accorgi dai gridolini delle ragazzine. Non si lasciano andare a gridolini gli sponsor, che però hanno inquadrato nel mirino la tennis generation italiana. Matteo, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?