di Paolo Manili Come "aperitivo" per il GP di oggi, ieri sera il "piccolo" GP della Longines Fei Jumping World Cup di Verona ha decretato la vittoria del belga Vim Vermeir (Iq vh Steentje) davanti all’irlandese Mark Mc Auley (Miebello) e alll’altro belga Pieter Devos (Kannabis van Buxtale), i migliori di 13 binomi in barrage. Dei tre azzurri ammessi al secondo giro Pisani ha patito una "cipolla" del suo Charlemagne...

di Paolo Manili

Come "aperitivo" per il GP di oggi, ieri sera il "piccolo" GP della Longines Fei Jumping World Cup di Verona ha decretato la vittoria del belga Vim Vermeir (Iq vh Steentje) davanti all’irlandese Mark Mc Auley (Miebello) e alll’altro belga Pieter Devos (Kannabis van Buxtale), i migliori di 13 binomi in barrage. Dei tre azzurri ammessi al secondo giro Pisani ha patito una "cipolla" del suo Charlemagne venendo disarcionato, Franchi (Curcuma Il Palazzetto) ha chiuso 6° con doppio netto e Turturiello 13esimo con 08. In una giornata che ha visto accresciuto il numero di visitatori dell’intera Fieracavalli, e di conseguenza anche all’interno del Palavolkswagen che ospita la Coppa del Mondo, il Csi-W "cinque stelle" si era aperto con il Premio Franco Tucci a tempo (h.1,50 m.) che ha registrato la vittoria dell’irlandese Denus Lynch (Rubens La Silla), il più veloce dei 15 netti su 55 partenti. Secondo posto per il francese Anquetin (Z Ice Cube Z) e terzo per il britannico El Dahan (Sama’s Zorro). Fuori dal podio, quarto per pochi centesimi, Luca Marziani (Don’t Worry B) e, tra i netti, anche Benatti 9° (Casanova Z), Coata 11° (Vaja Hoy), Casadei jr 12° (Let’s Go Fz). Nella successiva e spettacolare prova a squadre "Team Jumping Competition" a tempo (h. 1,45-1,50 m.) ha trionfato il britannico Jack Whitaker (Elucar V.E.) di poco davanti all’azzurro Lorenzo De Luca (Naomi vh Keizershof) e all’asso belga Olivier Philippaerts (Miro). In quarta posizione si è piazzata la statunitense Jessica Springsteen (24 Tiger Lily) davanti a Luca Marziani (Don’t Worry B) e Giulia Martinengo (Quick and Easy). Sommando i piazzamenti individuali il Team Jumping Verona, composto da Whitaker, Marziani, Philippaerts, Moya e Zanotelli, si è imposto sul Team Scuderia 1918 formato da De Luca, Springsteen, Martinengo, Deusser e Staut. Oggi la tappa italiana della Fei World Cup si conclude con il GP (h. 1,60 m. a barrage) che nella mattinata sarà preceduto dal Premio Kask a punti con Jolly (h. 1,45 m.) a sua volta seguito dal GP 123 x 123 (tante le edizioni della Fiera cavalli, altrettanti i concorrenti).