Sempre Covid permettendo, l’anno appena iniziato proporrà un’abbuffata di grandi eventi sportivi visto che proprio al 2021 sono stati spostati quelli saltati con la prima ondata del Covid. Come le Olimpiadi e gli Europei di calcio, in primis, ma anche gli Europei di nuoto, che a maggio (10-23) faranno da antipasto ai Giochi di tre mesi dopo con un pieno di campioni.

L’anno che è cominciato sarà anche da record in Formula Uno, dopo il calendario ridotto del 2020: il Circus proporrà infatti ben 23 gare in giro per il mondo, con il primo appuntamento il 21 marzo per il Gp d’Australia e la chiusura il 5 dicembre, otto mesi e mezzo dopo, ad Abu Dhabi. A Monza si correrà il 12 settembre, Imola e Mugello sperano ancora nello ‘slot’ libero del 25 aprile.

Il Motomondiale, anch’esso costretto a una compressione nel 2020, propone una bozza di calendario con 20 Gp e tre ’riserve’. Primo start il 28 marzo in Qatar, ultima tappa il 14 novembre a Valencia. In Italia si correrà il 30 maggio al Mugello e il 19 settembre a Misano.

Tutti i calendari sportivi sono però suscettibili di modifica a seconda dell’andamento della pandemia.

Nel tennis, l’Australian Open è stato posticipato e sarà dall’8 al 21 febbraio, i grandi tornei successivi sperano in uno svolgimento libero dai condizionamenti del virus.