Il tedesco Andre Thieme in sella all’11enne femmina Dsp Chakaria ha conquistato a Riesenbeck, Germania, il titolo di campione europeo di salto ostacoli. Medaglia d’argento al campione uscente e oro a squadre due giorni fa, l’elvetico Martin Fuchs (Leone Jei) e bronzo all’oro olimpico a squadre, lo svedese...

Il tedesco Andre Thieme in sella all’11enne femmina Dsp Chakaria ha conquistato a Riesenbeck, Germania, il titolo di campione europeo di salto ostacoli. Medaglia d’argento al campione uscente e oro a squadre due giorni fa, l’elvetico Martin Fuchs (Leone Jei) e bronzo all’oro olimpico a squadre, lo svedese Peder Fredricson (Chatch Me Not S). Alla prova conclusiva a due percorsi (h. 1,60 m.) hanno partecipato i migliori 25 binomi scaturiti dai punteggi delle gare precedenti, tra di essi nessun italiano: i due rimasti in lizza a titolo individuale dopo la prova a squadre -Brotto (Vanità delle Roane) e Garofalo (Conquestador) - avevano chiuso 27° e 38°. La prova conclusiva è stata molto combattuta e la classifica è rimasta incerta fino all’ultimo: primo l’altro tedesco Kukuk-Mumbai (40), poi Thieme-Dsp Chakaria (04), terzo Fredricson-Catch Me Not S (05). Dal computo di tutte le gare del campionato, titolo e medaglie sono state assegnate come detto sopra. Ora l’impegno di squadra più importante che attende l’Italia è il Csi di Aquisgrana (14-19 settembre), dove il c.t. Bartalucci schiererà Brotto-Vanità, Bucci-Naiade, De Luca-Nuance Bleue, Garofalo-Conquestador e Pisani-Chaclot, quest’ultimo in recupero dallo stappo all’adduttore. In casa nostra intanto si sono concluse ad Arezzo le Ponyadi-Kep Italia, colossale evento a squadre regionali: in gara più di mille ragazzine e ragazzini fino ai 13 anni, e altrettanti pony: vittoria della "superpotenza" Lombardia (19 ori, 20 argenti, 17 bronzi), davanti a Toscana (161311) ed Emilia Romagna (1672).

Paolo Manili