Terzo titolo europeo, nel mixed team, per Jessica Rossi. Un risultato importante anche in prospettiva futura perché la portabandiera dei Giochi prenota un posto nella specialità per Tokyo, anche se l’ultima decisione sarà presa dal direttore tecnico della Nazionale, Albano Pera. Jessica vince per la terza volta questo titolo: e se nelle prime due occasioni si era imposta al fianco di una...

Terzo titolo europeo, nel mixed team, per Jessica Rossi. Un risultato importante anche in prospettiva futura perché la portabandiera dei Giochi prenota un posto nella specialità per Tokyo, anche se l’ultima decisione sarà presa dal direttore tecnico della Nazionale, Albano Pera.

Jessica vince per la terza volta questo titolo: e se nelle prime due occasioni si era imposta al fianco di una leggenda, Johnny Pellielo, a Osijek, in Croazia, dà spettacolo al fianco di Valerio Grazini.

Rossi e Grazini dominano le qualificazioni chiudendo con 145150. Poi, in finale, qualche battuta a vuoto all’inizio, ma la ripresa da campioni che consente all’Italia di conquistare un meritato oro dopo che, a livello individuale, c’erano stati l’argento di Jessica Rossi e il bronzo dell’ex marito, Mauro De Filippis. Proprio De Filippis, in coppia con Silvana Stanco, chiude al sesto posto.

Ma ai Giochi, dove l’Italia andrà con De Filippis, unico uomo qualificato per le Olimpiadi, la coppia potrebbe essere proprio quella composta dagli ex coniugi Rossi e De Filippis.

"Che devo dire? Sono davvero contenta – le parole della poliziotta di Crevalcore, nel pieno della maturità con i suoi 29 anni–. Ho sparato bene in qualifica, l’ultima serie era tosta e l’ho chiusa con un 23 anche se è stato durissimo. Ero stanca, perché dopo i giorni della gara individuale si arriva a questo eventi cotti".

In più ci si è messo il caldo. "Sono contenta perché questo risultato dimostra che la testa c’è e che riesco a reggere. Un caldo terribile, però l’abbiamo superato, anche qualche zero, con un ottimo recupero".

Per Jessica tris d’oro europeo che la carica in vista dei Giochi, dove appunto sarà portabandiera insieme con Elia Viviani, e dà sicurezze anche al dt Pera. "Questo mixed team – dice Albano – mi gratifica molta. I due ragazzi hanno affrontato una qualificazione fantastica. E in una finale molto impegnativa hanno dimostrato di saperci fare. Si sono meritati davvero questo oro".

a. gal.