Dignitoso esordio del rimaneggiato team azzurro agli Europei di Riesenbeck, Germania, con un risultato individuale di eccellenza grazie e Piergiorgio Bucci su Naiade d’Enseldam Z, 7° nella gara d’apertura, la difficile prova a tempo con Tabella C (h. 1,50 m.). Con diversi ostacoli "rustici", questa competizione trasforma le penalità in secondi, che si aggiungono al tempo impiegato. Così può capitare che chi commette un errore ma va molto veloce, possa sopravanzare che realizza il netto andando piano. Bucci, inserito all’ultimo per sostituire Pisani infortunato, ha tirato fuori il meglio dalla sua giumenta chiudendo senza errori e un tempo fra i più veloci (74,39"). La settima posizione lo accredita a un potenziale buon esito finale ma il campionato è ancora lungo per fare previsioni. Ha vinto, ed è in testa al rank provvisorio, il tedesco David Will su C Vier (71,66") davanti ai due svedesi Peder Fredrikson con Catch Me Not S (72,58") e Douglas Lindelow (Casquo Blue (73,99"). Gli altri azzurri: 40° GarofaloConquestador (83,85"), 45° Brotto (84,94"), 62° BologniQuilazio (101,29"). Nella classifica provvisoria l’Italia è ottava su 15 squadre, guida la Svezia su Germania e Svizzera. Oggi primo round della prova a squadre (h. 1,60 m.), domani il secondo. Sommando i risultati ai punteggi di ieri si avrà la classifica a squadre.

Paolo Manili