Leo Turrini

Povero Max Verstappen. A quasi mezzo secolo di distanza, rischia di fare la stessa fine del connazionale Johann Crujiff. Il mitico asso olandese del pallone vinse tutto, tranne il mondiale: gli fu negato dal pragmatismo feroce della Germania di Franz Beckenbauer.

Era il 1974. Adesso siamo nel 2021 e parliamo di macchine da Gran Premio. Ma, come Crujiff allora, a Verstappen non basta fare cose stupende, tipo la irresistibile partenza di ieri. Perché la Mercedes guidata da Hamilton va oltre.

Segue all’interno