Stephan El Shaarawy ha segnato al 92’ il gol decisivo per la Roma
Stephan El Shaarawy ha segnato al 92’ il gol decisivo per la Roma
La panchina numero mille di Josè Mourinho finisce con una vittoria in pieno recupero firmata dal Faraone. Quando ormai il pari sembrava scritto, dopo il gol di Cristante nel primo tempo e il pari di Djuricic nella ripresa, El Shaarawy ha regalato alla Roma i tre punti che tengono Mou in vetta. Il Sassuolo recrimina per...

La panchina numero mille di Josè Mourinho finisce con una vittoria in pieno recupero firmata dal Faraone. Quando ormai il pari sembrava scritto, dopo il gol di Cristante nel primo tempo e il pari di Djuricic nella ripresa, El Shaarawy ha regalato alla Roma i tre punti che tengono Mou in vetta. Il Sassuolo recrimina per il palo centrato da Traorè nel finale, per alcune belle parate di Rui Patricio e per non aver saputo concretizzare una bella mole di gioco, la Roma conferma di aver già assimilato molti dei concetti di gioco dello Special One.

I neroverdi avevano anche pareggiato con Scamacca in extremis, ma l’attaccante era in fuorigioco. Più discutibile la posizione di offside che aveva portato all’annullamento della prima rete di Berardi sullo 0-0.

Il tecnico neroverde Alessio Dionisi incassa così la sua prima sconfitta in serie A nel giorno in cui il navigato maestro portoghese conferma di essere tornato in Italia per lasciare un altro segno, festeggiando con una corsa sfrenata la rete che ha fruttato la vittoria ai giallorossi davanti al tutto esaurito della capienza attualmente consentiva, ovvero 28mila spettatori.

Nelle altre sfide di giornata, il Torino lascia solo le briciole alla Salernitana alla quale non basta il debutto di Ribery nel secondo tempo per evitare la goleada, mentre il Genoa ribalta nel secondo tempo lo 0-2 iniziale e passa a Cagliari grazie a Destro e alla doppietta di Fares.

Udinese cinica e concreta, la vittoria sul campo dello Spezia vale un posto dietro le tre squadre in vetta. A fari spenti il gruppo di Gotti sta già costruendo l’ennesimo campionato di grande tranquillità.