Mager e Sonego no, Musetti e Sinner speriamo. E’ il bilancio del tennis azzurro al Masters 1000 di Parigi-Bercy, dove c’è grande attesa per la corsa verso le Finals di Torino, dove troveremo Berrettini e, per ora - così dice la classifica provvisoria del Race to Turin dell’Atp - anche Jannik Sinner grazie ai punti conquistati...

Mager e Sonego no, Musetti e Sinner speriamo. E’ il bilancio del tennis azzurro al Masters 1000 di Parigi-Bercy, dove c’è grande attesa per la corsa verso le Finals di Torino, dove troveremo Berrettini e, per ora - così dice la classifica provvisoria del Race to Turin dell’Atp - anche Jannik Sinner grazie ai punti conquistati nel ’500’ di Vienna. Gianluca Mager e Lorenzo Sonego sono stati eliminati, rispettivamente, dal numero nove del torneo Felix Auger-Aliassime e da Taylor Fritz, nonostante l’ottima partenza per entrambi che avevano vinto il primo set. Mager ha perso 4-6, 6-4, 6-1 mentre Sonego, dopo aver vinto il primo set ha ceduto a Fritz 6-2, 6-3. I due compongono il tris di giocatori eliminati al primo turno assieme a Fabio Fognini, mentre è al secondo turno Musetti dopo aver superato lunedì scorso la sua bestia nera (3 ko) Laslo Djere.

Oggi è però il giorno di Jannik Sinner, atteso a un riscatto immediato dopo l’inatteso e incredibile ko con l’americano Tiafoe nella semifinale di Vienna. Per il fresco numero 9 del mondo - prima volta tra i top ten per l’altoatesino - c’è un avversario scomodissimo, lo spagnolo Carlos Alcaraz (alle 15) numero 35 del ranking e anche lui semifinalista nel ’500’ di Vienna. La sfida è straordinaria tra il predestinato spagnolo e il 20enne di Sesto Pusteria. Jannik ha affrontato Alcaraz una sola volta in carriera nel 2019 ad Alicante, dove l’allora sedicenne di El Palmar superò il nostro in tre set. Lo spagnolo, ieri, ha superato il francese Herbert in tre tiratissimi set (6-7, 7-6, 7-5). Musetti (ore 11) si gioca invece un posto negli ottavi con l’australiano numero 55 Atp Duckworth.

Paolo Franci