Insigne festeggia con Osimhen
Insigne festeggia con Osimhen
Nona vittoria in dieci partite e Milan raggiunto in vetta alla classifica a quota 28 punti: missione compiuta per il Napoli che senza Spalletti (in tribuna per squalifica) supera il Bologna mettendo al sicuro il risultato nel primo tempo, riprende a vincere dopo l’unico pareggio stagionale di Roma, e consolida le proprie ambizioni...

Nona vittoria in dieci partite e Milan raggiunto in vetta alla classifica a quota 28 punti: missione compiuta per il Napoli che senza Spalletti (in tribuna per squalifica) supera il Bologna mettendo al sicuro il risultato nel primo tempo, riprende a vincere dopo l’unico pareggio stagionale di Roma, e consolida le proprie ambizioni scudetto in una giornata fondamentale che ha visto la Juventus allontanarsi definitivamente dalla corsa al primo posto. La partita si decide nel primo tempo: azzurri in vantaggio con Fabian Ruiz al 22’ sfruttando un errore in fase di costruzione dal basso. Il raddoppio arriva poi in modo controverso su rigore per un tocco di mano di Medel in piena area durante un contrasto aereo con Osimhen. L’arbitro Serra concede il rigore dopo un lungo consulto con il Var, facendo infuriare Medel e gli ospiti. In effetti, le immagini confermano il tocco di mano, ma forse è proprio Osimhen a spostare il braccio di Medel al momento del contatto con la palla. Trasforma Insigne. Nella ripresa al 16’ altro rigore per il Napoli: Osimhen si infila nelle maglie della difesa, Mbaye lo tocca e si va nuovamente dal dischetto con Insigne che fa 3-0 mettendo a segno la sua personale doppietta. Niente male per un giocatore che si dice distratto dalla lunga telenovela per il rinnovo del contratto. Mihajlovic sembra rassegnato: due espulsioni nella partita contro il Milan, due rigori pochi giorni dopo contro il Napoli. Il momento del Bologna è tutto in salita. Il Napoli però legittima il risultato con una traversa di Anguissa. Gli azzurri affronteranno domenica un derby particolarissimo contro la Salernitana, per il Bologna ci sarà il posticipo lunedì con il Cagliari.