Un altro sport che a Tokyo è al debutto è l’arrampicata sportiva: ieri l’azzurra Laura Rogora ha chiuso in quindicesima posizione le qualificazioni ed è stata eliminata dalla finale a otto che assegnerà le medaglie. La migliore è la slovena Janja Garnbret con 56 punti davanti alla sudcoreana Chaehyun Seo (85) e alle giapponesi Miho Nonaka (96) e Akiyo Noguchi (162).

Il giorno prima si erano disputate le qualifiche della combinata maschile. Al termine delle tre prove (speed, bouldering, lead) disputate all’Aomi Urban Sports Park, Michael Piccolruaz ha chiuso le qualificazioni al 15° posto (1248.00 punti totali, 8.00 speed, 13.00 bouldering, 12.00 lead). Quattro posizioni più in basso Ludovico Fossali, 19° (4563.00 pt totali; 13.00 s, 19.50 b, 18 l).

Per Fossali, trentino trapiantato nel modenese a Vignola, è così sfumato il sogno di diventare il primo azzurro a raggiungere la finale in una disciplina che a Tokyo sta facendo il suo esordio.