Italo Cucci Teleromanzo a San Siro. L’Inter ha vinto il derby, Eriksen ha salvato Conte. Un suo gol al 97’ nel lungo recupero per la sostituzione dell’arbitro Valeri infortunato e la conclusione di questo match di Coppa Italia farà storia. Il reprobo rifiutato è diventato il vincitore. Tante emozioni, passione, rabbia, il...

Italo Cucci

Teleromanzo a San Siro. L’Inter ha vinto il derby, Eriksen ha salvato Conte. Un suo gol al 97’ nel lungo recupero per la sostituzione dell’arbitro Valeri infortunato e la conclusione di questo match di Coppa Italia farà storia. Il reprobo rifiutato è diventato il vincitore. Tante emozioni, passione, rabbia, il Milan che prima s’impone con un bel gol di Ibra poi è proprio Zlatan a condannarlo facendosi cacciare al 57’ per un fallo sciocco che Valeri non perdona. Prima, al 43’, fra i due giganti era scoppiata una rissa originata da un fallo di Romagnoli su Romelu. Mai visto cosí furioso, il belga, Ibra gli ha riso in faccia. Li hanno separati con fatica. Poi, al 69’, Lukaku si è vendicato realizzando il giusto rigore del pareggio. Si parlerà a lungo della rissa quando le parole di Ibra saranno raccontate. Ma si parlerà soprattutto del drammatico crollo dei rossoneri quando Ibra è stato costretto a lasciarli soli. Si dirà tanto - nuovo capitolo di una telenovela - anche della firma di Eriksen in calce a una partita che rilancia le fortune di Conte, il tecnico che l’aveva ripudiato e ha colto invece, con coraggio e fortuna, il momento di affidargli la soluzione di un confronto velenoso. Si dava grande peso, a questo derby per le future sorti del campionato ed è sicuramente l’Inter di Conte, sempre al centro di psicodrammi, a trarne immenso vantaggio. Mentre il Milan, abbandonata questa scena, dovrà rivedere i piani: Ibra mancherà al prossimo match, come peraltro Lukaku, ma si è visto fin troppo bene che i nerazzurri sono armatissimi mentre Pioli e i suoi bravi Ragazzi del Novantanove stanno tirando l’anima coi denti.