Abbonato al secondo posto nelle prime due tappe del giro del Delfinato, Sonny Colbrelli (foto) fa finalmente centro al terzo tentativo: sul traguardo in leggera salita di Saint Haon le Vieux, il bresciano conquista la seconda vittoria stagionale. Con un finale perfetto dal punto di vista strategico: partito da...

Abbonato al secondo posto nelle prime due tappe del giro del Delfinato, Sonny Colbrelli (foto) fa finalmente centro al terzo tentativo: sul traguardo in leggera salita di Saint Haon le Vieux, il bresciano conquista la seconda vittoria stagionale. Con un finale perfetto dal punto di vista strategico: partito da lontano, l’azzurro prende la ruota del basco Aranburu, altro specialista di questo genere di finali, e lo salta a cento metri dall’arrivo. Terzo posto per lo statunitense McNulty, soltanto undicesimo Valverde davanti alla nobiltà della gara.

Così Colbrelli, oltre a rinforzare la maglia di leader della graduatoria a punti, si avvicina a chi comanda la corsa, l’austriaco Luke Postlberger, ora distante appena due secondi: entrambi difficilmente manterranno la posizione dopo la crono di oggi, 16 chilometri e mezzo fra Firminy e Roche La Moliere, destinata a rivoluzionare la classifica, con Thomas e Porte candidati a giocarsi tappa e primato.

Tornando alla tappa, chiude in gruppo Fabio Aru, che aspetta le tappe di montagna per verificare il proprio stato di forma in vista del Tour, mentre paga ancora Froome: sulla rampa finale, il britannico perde le ruote dei migliori e accusa 16 secondi di ritardo, lasciando intendere di essere ancora molto indietro nella preparazione per la campagna di Francia, dove sogna di puntare al quinto successo. Da segnalare anche una caduta a 15 chilometri dall’arrivo che costringe Guillaume Martin, una delle speranze francesi per la maglia gialla, a faticare non poco per rientrare in gruppo, anche per l’accelerata finale dei big.

a. cos.