Shiffrin torna a vincere undici mesi dopo l'ultima volta
Shiffrin torna a vincere undici mesi dopo l'ultima volta

Courchevel (Francia), 14 dicembre 2020 - Un doppio rimpianto enorme per l'Italia in questo gigante di Courchevel. Dopo la splendida vittoria di Bassino nella "Gara 1" di sabato, il rischio di fare il bis nella stessa gara sulla stessa pista è stato concretissimo fino al doppio scivolone che ha privato sia Bassino che Brignone di vincere, consegnando così a Shiffrin il ritorno alla vittoria che le mancava da gennaio, in una gara in cui in prima manche si era sdraiata anche Petra Vlhova.

La gara

Con Vlhova out il podio era una questione a tre tra la leader Shiffrin, Marta Bassino e Federica Brignone, visti i distacchi minimi di 7 e 14 centesimi. Anche perché i distacchi sulle altre erano stati importanti e solamente Worley era riuscita a stampare un tempo interessante nella seconda manche, al contrario di Brunner, quarta a metà gara, che non si era replicata. Brignone è scesa per prima e dopo intertempi di primissimo livello è scivolata, rimanendo però in pista in maniera miracolosa al punto da riuscire ad arrivare al traguardo in luce verde. 

Un'impresa spettacolare che però spalancava la porta del successo alle rivali scese successivamente. Marta Bassino infatti stava guadagnando un vantaggio esondante, solo che anche lei ha perso aderenza ed è uscita dal tracciato, senza la possibilità di rimettersi in gioco. Un'eliminazione pesantissima perché la 24enne di Borgo San Dalmazzo sarebbe arrivata sicuramente sul podio e molto probabilmente avrebbe bissato il successo di sabato. Di fatto la tavola era apparecchiata per Shiffrin, che ha dovuto amministrare un vantaggio amplissimo soprattutto dopo il parziale in cui Brignone aveva sbagliato, ritrovando così una vittoria che mancava dallo scorso gennaio quando si impose nel SuperG di Bansko proprio davanti alla valdostana. Una vittoria emotivamente struggente per Shiffrin, al primo successo dopo la scomparsa del padre che l'aveva allontanata dalle piste, fatto che conta di più anche del fatto che abbia eguagliato con 67 vittorie in Coppa del Mondo il record di Marcel Hirscher.

Le altre italiane

Globalmente si registra un'ottima gara per le azzurre. Tre nelle prime quindici senza contare Bassino che avrebbe aumentato il contingente azzurro. Si segnala il nono posto di Goggia e la Top 15 ottenuta in rimonta da Elena Curtoni.

Leggi anche: il risultato a sorpresa della discesa in Val d'Isere