Italia volley, coach Gianlorenzo Blengini (foto Ansa)
Italia volley, coach Gianlorenzo Blengini (foto Ansa)

Montpellier, 10 settembre 2019 – L’Europeo di volley maschile 2019 ci dirà a che punto è il livello di maturazione dell’Italia. Gli azzurri sanno di non essere i super favoriti, ma sanno anche che probabilmente solo Polonia e Russia hanno una marcia in più, azzerabile tra l’altro sul campo. E a saperlo più di tutti è il coach Chicco Blengini, che ha motivato tutti i suoi ragazzi al massimo in vista della prima partita in programma giovedì contro il Portogallo. Nel girone dell’Italia, oltre ai portoghesi, ci saranno anche Romania, Grecia, Bulgaria e Francia

Zaytzev, Juantorena, Giannelli: focus sulla squadra

Partiamo con l’elencare la lista degli azzurri convocate da coach Blengini. Nel ruolo di palleggiatori sono stati scelti Simone Giannelli e Riccardo Sbertoli. Come opposti spazio al leader Ivan Zaytsev e Gabriele Nelli. A ricoprire l’incarico di schiacciatori toccherà a Osmany Juantorena, Filippo Lanza, Oleg Antonov e Daniele Lavia. Ampia scelta nella batteria dei centrali, composta da Matteo Piano, Simone Anzani, Davide Candellaro e Roberto Russo. I liberi, infine, saranno Massimo Colaci e Fabio Balaso. Una squadra che al completo può davvero dire la sua in una competizione storicamente molto complicata per tutti. Il calendario prevede le tre partite più abbordabili subito, e successivamente le sfide con Bulgaria e Francia. Sarà interessante capire come coach Blengini vorrà effettuare le rotazioni durante le varie partite. 

I protagonisti dell'Italia

Il leader indiscusso dell’Italia è senza dubbio Ivan Zaytsev. Le sue qualità saranno necessarie al servizio della squadra, ancor di più in quanto ricoprirà il ruolo di capitano. Inutile aggiungere commenti sulle capacità dell’opposto azzurro, il suo apporto sarà fondamentale. Come lo sarà anche quello di Osmany Juantorena, che dopo il torneo preolimpico ha deciso di prendere parte anche a questo Europeo. Le sue qualità in posizione di schiacciatore serviranno agli azzurri, che hanno come obiettivo minimo quello di passare il proprio girone in prima posizione. Da chi capire chi giocherà al suo fianco: il ballottaggio è tra Oleg Antonov e Filippo Lanza, più indietro nelle gerarchie Daniele Lavia. In palleggio spazio a Simone Giannelli, mentre nel ruolo di centrale tutti e quattro i convocati sono potenziali titolari. Forse Simone Anzani e Matteo Piano partono leggermente avanti, ma la sensazione è che tutti ruoteranno e troveranno spazio. Da libero si prevede alternanza tra il candidato titolare Massimo Colaci e Fabio Balaso.