Le maglie con i nomi in cinese sfoggiate ieri dall’Inter per il Capodanno del Paese asiatico. Il logo del club sulla manica è stato inquadrato nel simbolo dell’Anno del Bue
Le maglie con i nomi in cinese sfoggiate ieri dall’Inter per il Capodanno del Paese asiatico. Il logo del club sulla manica è stato inquadrato nel simbolo dell’Anno del Bue
di Mattia Todisco e Ilaria Checchi Missione compiuta, vittoria confezionata e vetta conquistata: quello di ieri sera è stato un San Valentino di gloria per l’Inter che, dopo aver battuto la Lazio con una prova corale di qualità, ha finalmente messo la freccia e superato i cugini rossoneri al primo posto in classifica. Ovviamente soddisfatto a fine gara Antonio Conte: "Era un obiettivo che stavamo inseguendo da tempo, l’abbiamo centrato oggi vincendo contro un’ottima squadra come la Lazio. Abbiamo dimostrato grande forza mentale e sono felice per i ragazzi: questo deve essere un punto di partenza e non di arrivo....

di Mattia Todisco

e Ilaria Checchi

Missione compiuta, vittoria confezionata e vetta conquistata: quello di ieri sera è stato un San Valentino di gloria per l’Inter che, dopo aver battuto la Lazio con una prova corale di qualità, ha finalmente messo la freccia e superato i cugini rossoneri al primo posto in classifica.

Ovviamente soddisfatto a fine gara Antonio Conte: "Era un obiettivo che stavamo inseguendo da tempo, l’abbiamo centrato oggi vincendo contro un’ottima squadra come la Lazio. Abbiamo dimostrato grande forza mentale e sono felice per i ragazzi: questo deve essere un punto di partenza e non di arrivo. Affrontare il derby da capolista è sicuramente meglio, sarà una sfida tra due squadre che hanno tante ambizioni".

Su Lukaku Conte non ha dubbi: "Ha fatto una grandissima prestazione ma tutta la squadra l’ha fatta, da Perisic a Brozovic fino a Lautaro: ci possono essere momenti di forma peggiori ma oggi Lukaku è tornato al meglio. Ci serve la squadra di oggi: complimenti a Eriksen che sta capendo cosa vogliamo da lui, ha giocato molto bene, questa è la strada da seguire. Abbiamo bisogno di tutti, anche di chi magari ha recuperato da poco come Vecino".

Anche Milan Skriniar ha espresso tutta la sua gioia a fine gara: "La Lazio è una buona squadra quindi sapevamo che partita ci aspettava, sono contento per questa vittoria. Potevamo segnare di più ed evitare di incassare il gol ma è un risultato davvero importante. Lavoriamo sempre per vincere, ora ci godiamo la vittoria e da domani pensiamo a preparare il derby". Sulla prestazione del danese, il tecnico leccese ribadisce: "Eriksen ha avuto un po’ di problemi di ambientamento e nel capire il calcio italiano, che è molto tattico: ora lui ha iniziato ad entrare a determinate situazioni, abbiamo provato a cambiare sistema per inserirlo e ora lui ha fatto un passo in avanti verso di noi. Ha fatto una gara attenta, ha una gamba più rabbiosa di prima e sarà un’arma in più per noi". Quella che inizia oggi è la settimana del derby di Milano, ma è anche quella di una trattativa per le quote societarie dell’Inter che potrebbe finalmente dare un riscontro. Positivo o negativo che sia. Suning e Bc Partners continuano a trattare, si è partiti dai 750 milioni di euro offerti dal fondo londinese con l’estremo opposto del miliardo richiesto dal colosso di Nanchino per l’intera società.

Bc Partners, rappresentata nella trattativa dal co-head Nikos Stathopoulos, è l’unico tra i fondi interessati ad aver già svolto la due diligence, a seguito della quale ha presentato la proposta. Uno snodo importante potrebbe essere l’eventuale accordo con Dazn per i diritti tv della Serie A 2021-2024 (mercoledì è prevista un’assemblea dei club). Avrebbe infatti l’effetto di far entrare nelle casse una cospicua somma, grazie alla quale si potrebbero chiudere determinate falle, dando più libertà di movimento a Suning nelle contrattazioni con Bc Partners.

Intanto ieri l’Inter si è presentata in campo con maglie particolari: i nomi dei giocatori erano scritti in cinese. Particolare che non ha mancato di sollevare moltissima curiosità e anche di stimolare tantissimi commenti e discussioni sui social.