Jannik Sinner, 20 anni, numero 14 Atp
Jannik Sinner, 20 anni, numero 14 Atp
Sotto il sole della California splende Jannik Sinner, sempre più lanciato per cercare di agguantare un incredibile posto nelle Finals di metà novembre a Torino. Nel torneo Masters 1000 di Indian Wells, l’altoatesino 20enne, numero 14 al mondo, all’esordio direttamente al secondo turno non dà scampo all’australiano John Millman, numero 58: finisce...

Sotto il sole della California splende Jannik Sinner, sempre più lanciato per cercare di agguantare un incredibile posto nelle Finals di metà novembre a Torino. Nel torneo Masters 1000 di Indian Wells, l’altoatesino 20enne, numero 14 al mondo, all’esordio direttamente al secondo turno non dà scampo all’australiano John Millman, numero 58: finisce 6-2 6-2 e l’azzurro non concede nemmeno una palla break a riprova di una grande solidità tecnica e mentale. Ora Jannik è al nono posto nella “race“ del 2021, visto che Nadal ha già dato forfait, e serve scalare una sola posizione per realizzare il sogno dell’accesso al torneo esclusivo dei “maestri dei maestri“. Al terzo turno, Jannik incontrerà il vincente di Isner-Nishioka.

Più complicata la vittoria al debutto di Matteo Berrettini, numero 7 Atp, contro il cileno Alejandro Tabilo, numero 184 del ranking. Il romano prevale col punteggio di 6-4 7-5 concedendosi qualche pausa ma anche guadagnandosi un certo sollievo dopo aver saltato il torneo di doppio – proprio in coppia con Jannik – per dolori al collo. Matteo aspetta ora il vincente di Nakashima-Fritz. Nella tarda serata italiana di ieri si è giocato il match di Fabio Fognini contro il tedesco Jan-Lennard Struff.

Nel pomeriggio, Salvatore Caruso, n.135 della classifica Atp, era stato travolto 6-0, 6-2 dal russo Aslan Karatsev. Eliminato anche Gianluca Mager. Il ligure, numero 73 Atp, si è arreso di fronte al francese Gael Monfils, numero 18 del mondo, col punteggio di 6-4 6-2. Out pure Lorenzo Sonego, numero 21 al mondo, battuto 7-6 7-6 dal gigante sudafricano Kevin Anderson, numero 69 Atp.

Tra le donne fuori poi le azzurre Martina Trevisan (6-3-5-2 e ritiro contro l’estone Anett Kontaveit) e Camila Giorgi (6-4, 6-1 a opera di Amanda Anisimova).