"Onestamente non me lo aspettavo, ho anche fatto un giro da schifo, con due o tre piccoli errori... ". Charles Leclerc ci scherza su. Si gode una pole inattesa e si concede una battuta: "Beh, sono molto contento, ma mi piacerebbe essere il più veloce senza l’aiuto della bandiera rossa! Per fortuna stavolta non sono stato io a fare l’incidente, quindi non c’è il problema di dover aggiustare la macchina... ". Ovvio il riferimento alla...

"Onestamente non me lo aspettavo, ho anche fatto un giro da schifo, con due o tre piccoli errori... ". Charles Leclerc ci scherza su. Si gode una pole inattesa e si concede una battuta: "Beh, sono molto contento, ma mi piacerebbe essere il più veloce senza l’aiuto della bandiera rossa! Per fortuna stavolta non sono stato io a fare l’incidente, quindi non c’è il problema di dover aggiustare la macchina... ".

Ovvio il riferimento alla disavventura di Montecarlo, quando la gioia del sabato si trasformò nella enorme delusione della domenica... senza partenza.

La scia. Botto di Tsunoda a parte, nel suo tentativo Carletto è stato aiutato nientepopodimenlche da Lewis Hamilton. "È stata una circostanza fortunata - ha spiegato il ferrarista -. Mi sono trovato in scia alla Mercedes del campione del mondo e così ho potuto guadagnare un paio di decimi".

Prudente. Molto cauto Leclerc sulle prospettive di gara: "Abbiamo visto che in assetto da Gran Premio non siamo molto competitivi - ha ammesso -. Perdiamo molto sul lunghissimo rettilineo. Non credo che per me e per Sainz sia possibile lottare per la vittoria e anche andare sul podio non sarà semplice. Ma la squadra sta lavorando bene e la pole è una grande soddisfazione. Ora cercheremo di ottenere il massimo dalla vettura anche in gara".

Frustrato Carlos Sainz, che per evitare Tsunoda è stato costretto ad uscire di pista: "Ero molto veloce e non per colpa mia partirò soltanto dalla terza fila. Peccato, sul giro secco eravamo competitivo".

Polemica. Il fatto che per la seconda volta consecutiva la fase finale delle qualifiche sia stata interrotta da un incidente ha alimentato più di un nervosismo tra i piloti. Durissimo il commento di Max Verstappen: "Purtroppo c’è sempre qualche idiota che fa casino in pista - ha detto il leader del mondiale - Non dico che la pole sarebbe stata mia, ma nemmeno stavolta ho potuto completare l’ultimo tentativo".

Il veterano Fernando Alonso, entrato in top ten con la Alpine Renault, ha avanzato una proposta provocatoria: "Bisognerebbe togliere il miglior tempo al driver che causa l’interruzione delle prove andando a sbattere - ha detto lo spagnolo -. Non è giusto che l’errore di un singolo si traduca in una penalizzazione per tutti i suoi colleghi".

l. t.