Daniele De Rossi ed Eusebio Di Francesco in conferenza stampa (Ansa)
Daniele De Rossi ed Eusebio Di Francesco in conferenza stampa (Ansa)

Roma, 11 febbraio 2019 - Tutto pronto allo Stadio Olimpico per l'attesissima sfida tra i padroni di casa della Roma e il Porto, match valevole per l'andata degli ottavi di finale della Champions League 2018/19. I giallorossi affrontano una vecchia conoscenza della capitale, Sergio Conceicao, che nelle tre stagioni alla Lazio ha conquistato numerosi trofei tra cui uno scudetto, una Coppa delle Coppe e una supercoppa Uefa. Precedenti sfavorevoli per Di Francesco e i suoi, mai usciti vincitori nel doppio confronto con i lusitani e recentemente eliminati dai 'dragoni' nel preliminare di Champions disputatosi due anni fa. Tra i presenti, non mancherà il capitano, Daniele De Rossi, recentemente ritornato in campo dopo il lungo infortunio e intervenuto in difesa del proprio tecnico e di Aleksandar Kolarov, quest'ultimo finito nel mirino dei tifosi giallorossi nelle ultime uscite. Per quanto riguarda gli ospiti, Conceicao dovrà rinunciare a Moussa Marega, attaccante maliano del club che salterà probabilmente anche la partita di ritorno all'Estadio do Dragao.

Dove vederla. La partita tra Roma e Porto è disponibile in esclusiva su Sky ai canali Sky Sport Uno e Sky Sport 252. Per quanto riguarda lo streaming, è possibile assistere al match tramite il servizio Sky Go.

Queste le probabili formazioni:

Roma (4-3-3): Mirante; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Pellegrini, De Rossi, Cristante; Zaniolo, Dzeko, El Shaarawy. Allenatore: Di Francesco.

Porto (4-3-3): Casillas; Militao, Felipe, Pepe, Telles; Herrera, Danilo, Torres; Otávio, Tiquinho, Brahimi. Allenatore: Sergio Conceicao.

Arbitro: Danny Makkelie (Olanda)

In tv: Sky Sport Uno, Sky Sport 252

DI FRANCESCO: "RIPORTARE ENTUSIASMO NELL'AMBIENTE" - "Martedì è l'occasione per fare una grande partita e riportare entusiasmo nell'ambiente. Dobbiamo essere ambiziosi". Queste le parole dell'allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, alla vigilia della sfida all'Olimpico col Porto. "Se ricordo bene la Roma non ha mai avuto feeling nelle partite precedenti contro questa squadra. Sarà fondamentale avere grande solidità difensiva, e determinante soprattutto domani sarà cercare di non subire gol, ma senza perdere la nostra identità di squadra", ha aggiunto l'allenatore giallorosso. Di Francesco ha poi parlato degli avversari, guidati dall'ex giocatore della Lazio, Sergio Conceicao e sprovvisti di Moussa Marega, infortunatosi recentemente: "Sergio Conceicao sta facendo un grande lavoro, così come fatto anche a Nantes. Dal punto di vista caratteriale ha permesso a questa squadra di migliorare. Marega è un attaccante diverso dagli altri, quando c'è campo aperto diventa molto pericoloso".

image

In conferenza è intervenuto anche il capitano giallorosso, Daniele De Rossi: "Non ho mai pensato di aver smesso (durante i tre mesi di inattività legati al problema al ginocchio destro, ndr) perché ho fatto tutto il necessario per rientrare nella maniera giusta", ha dichiarato il centrocampista. "Il punto di domanda che avevo, e che ancora ho, è quanto reggerà la mia condizione fisica, come reagirà il ginocchio - ha proseguito - . Se continuerà a rispondere bene come sta facendo non vedo perché io debba smettere. Se starò bene fisicamente continuerò a giocare, l'ho sempre detto. Con la giusta gestione del minutaggio sento di poter continuare". De Rossi è poi intervenuto in difesa del proprio tecnico: "Ci sono stati momenti negativi, in cui si è parlato del suo futuro, ma Di Francesco ha un'idea di calcio che non cambia se le cose vanno male o bene. Continua a fare le cose normali, ha sempre tenuto la barra dritta, non ha mai perso la trebisonda anche in una città in cui è difficile restare saldi di testa e di polso. Questo è stato un grande merito, anche se ritengo che non siamo stati così tante volte sull'orlo del baratro". Qualche parola anche su Aleksandar Kolarov, finito nel mirino degli ultrà giallorossi e contestato sia col Milan sia col Chievo nonostante il gol: "Ai tifosi dico di fidarsi di me, Kolarov è un grande professionista che dà sempre tutto, come ne ho conosciuti pochi in vita mia. Spero che domani si ricomponga la frattura con i tifosi".