Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
16 gen 2022

C’è Sanchez, serve una Super Inter per la Dea

Dopo il trionfo di mercoledì Inzaghi affronta un altro test decisivo: con l’Atalanta che si gioca la chance di correre per lo scudetto

16 gen 2022
mattia todisco
Sport
Alexis Sanchez festeggiato energicamente dai compagni per il gol che ha deciso la Supercoppa di mercoledì scorso: oggi sarà titolare con Lautaro
Alexis Sanchez festeggiato energicamente dai compagni per il gol che ha deciso la Supercoppa di mercoledì scorso: oggi sarà titolare con Lautaro
Alexis Sanchez festeggiato energicamente dai compagni per il gol che ha deciso la Supercoppa di mercoledì scorso: oggi sarà titolare con Lautaro
Alexis Sanchez festeggiato energicamente dai compagni per il gol che ha deciso la Supercoppa di mercoledì scorso: oggi sarà titolare con Lautaro
Alexis Sanchez festeggiato energicamente dai compagni per il gol che ha deciso la Supercoppa di mercoledì scorso: oggi sarà titolare con Lautaro
Alexis Sanchez festeggiato energicamente dai compagni per il gol che ha deciso la Supercoppa di mercoledì scorso: oggi sarà titolare con Lautaro

di Mattia Todisco Una sfida scudetto. Simone Inzaghi non si nasconde alla vigilia: quella di stasera al Gewiss Stadium è una tappa fondamentale, contro un avversario forte, che all’andata impose il 2-2 al Meazza. Era ancora un’Inter col cartello dei lavori in corso, capace di esprimere un buon gioco ma spesso non di sfruttare le occasioni (vedi un rigore fallito da Dimarco nel finale) e dalle statistiche altalenanti in difesa. Oggi la capolista vanta il miglior attacco e la seconda miglior retroguardia della Serie A, viene da otto vittorie consecutive in campionato e dalla Supercoppa Italiana appena conquistata. Ha assunto una consapevolezza maggiore nei propri mezzi. L’Atalanta è un test difficile, storicamente ostico. Rappresentò uno scoglio importante da saltare anche lo scorso anno, quando l’Inter vinse 1-0 a San Siro con un gol in mischia di Skriniar rimanendo a +6 sulla prima inseguitrice e lanciando lo strappo definitivo per conquistare il tricolore. Lo svantaggio, un anno dopo, è che il fattore campo è favorevole all’avversario e la spinta emotiva data dal recente trionfo con la Juventus fa da contraltare con le energie spese per arrivarci. Inzaghi attuerà un turnover ragionato. Rispetto alla gara con i bianconeri potrebbe riposare uno dei tre difensori titolari (forse De Vrij che alla fine dei regolamentari con la Juventus ha fatto ricorso all’aiuto del massaggiatore), mentre a centrocampo Darmian scalpita per sostituire Dumfries e in attacco Sanchez è sulla cresta dell’onda. Il cileno è l’uomo copertina dell’Inter. Ha segnato al 120’ la rete decisiva per vincere la Supercoppa e si è tolto qualche sassolino dalla scarpa nel post-partita. Da diverse partite è uno dei più in forma della squadra, segna e fa segnare, spera di aver finalmente messo alle spalle i problemi fisici degli ultimi anni. Ha giocato dal 1’ contro la Lazio, è subentrato insieme ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?