L'esultanza della Juventus dopo il successo sulla Roma
L'esultanza della Juventus dopo il successo sulla Roma

Torino, 19 ottobre 2021 - La Juventus si appresta a salire sull'aereo che la porterà a San Pietroburgo e in volo con i propri compagni ci sarà anche Matthijs de Ligt. L'olandese questa mattina si è allenato con il gruppo, dimostrando di aver smaltito l'affaticamento muscolare accusato domenica scorsa, che lo ha tenuto fuori dalla gara con la Roma. Il classe '99 non solo ci sarà, ma partirà pure da titolare al posto di Giorgio Chiellini, come annunciato da Massimiliano Allegri in conferenza stampa. "De Ligt è completamente recuperato e domani gioca. Se non fosse rientrato, al suo posto poteva scendere in campo Rugani che sta bene", le parole del tecnico bianconero. 

Dybala torna per l'Inter

Le buone notizie dall'infermiera non si esauriscono qui: già, perché domenica prossima sono alte le possibilità di un ritorno di Paulo Dybala per il derby d'Italia con l'Inter. "Sta lavorando bene, anche se ancora non l'ha fatto con la squadra. Quasi sicuramente ci sarà con l'Inter. Non parliamo di domenica però, dobbiamo sfruttare il match ball contro lo Zenit". Vincendo in Russia, la strada verso gli ottavi di finale di Champions League sarebbe sostanzialmente in discesa. "Affrontiamo una buona squadra, con giocatori tecnici soprattutto a centrocampo e davanti. È una formazione molto europea che gioca un buon calcio - sottolinea Allegri - A Londra hanno fatto una bella partita soprattutto a livello difensivo. Per noi è una tappa molto importante perché con un risultato positivo aumenterebbero le nostre percentuali di passaggio del turno". 

Squadra in crescita

Contro lo Zenit avrà minutaggio anche Arthur, rientrato contro la Roma, e Alvaro Morata potrebbe essere schierato da titolare. "Arthur non so se potrà cominciare dall'inizio. Alvaro sta bene. I risultati positivi come svolta della stagione? Avevamo bisogno di queste vittorie. Le prestazioni sono migliorate a livello di approccio e siamo stati bravi a portare la palla negli ultimi trenta metri dove serviva un po' più di lucidità. Però ci vuole calma - continua Allegri - Non dobbiamo essere entusiasti ora perché non abbiamo fatto ancora nulla. Le stagioni si decidono a marzo. Occorre crescere in entrambe le fasi. In questo momento la squadra sta avendo piacere anche a difendere e questa è una bella cosa". 

Leggi anche: Orsato non viene stoppato dall'Aia