Muriel e Hefti (Ansa)
Muriel e Hefti (Ansa)

Berna, 23 novembre 2021 - L'Atalanta fa visita allo Young Boys nella quinta giornata del Gruppo F di UEFA Champions League. Svizzeri e bergamaschi danno vita ad un match spettacolare e ricco di emozioni. Zapata apre le marcature al 10', Siebatcheu pareggia al 39' e Palomino riporta avanti la Dea al 51'. Tra l'80' e l'84' si concretizza l'incubo della rimonta dei padroni di casa, in gol con Sierro ed Hefti. A salvare i bergamaschi da una sconfitta pesantissima è Muriel, che sigla il 3-3 finale al minuto 87 su calcio di punizione. Gli svizzeri rimangono ultimi nel girone a 4 punti, mentre l'Atalanta è terza a quota 6, a -1 dal Villarreal.

Young Boys-Atalanta 3-3, rivivi la diretta

Champions League, calendario - Classifiche

Primo tempo

Wagner schiera il 4-3-3 con Elia, Ngamaleu e Siebatcheu nel tridente offensivo. Gasperini si affida alla difesa a tre e ai suoi migliori undici a disposizione, con Malinovskyi e Pasalic alle spalle di Zapata. A sbloccare la partita è proprio il centravanti colombiano, che controlla bene in area un pallone messo al centro da Freuler e gira verso la porta; una deviazione della difesa spiazza il portiere e porta l'Atalanta sull'1-0 al 10'. Lo Young Boys non ci sta e dimostra con diverse accelerazioni di essere ancora in partita. La Dea amministra e al 31' ha una buona chance con Pasalic, che in area rientra sul mancino per ritagliarsi uno spazio e fa partire una conclusione a giro che si spegne alta di poco. Gli svizzeri rimettono in equilibrio il risultato al 38': Siebatcheu stacca in anticipo sul primo palo su un cross da calcio d'angolo, brucia i difensori bergamaschi e infila il pallone sotto la traversa per l'1-1. I padroni di casa chiudono il primo tempo in crescita e Garcia sfiora la traversa con un mancino scoccato da quasi venticinque metri.

Secondo tempo

L'Atalanta torna in campo con determinazione e Malinovskyi scalda i guanti di Faivre con un calcio di punizione dalla distanza. Al 50' Palomino pesca il jolly della serata con un sinistro da fuori area che si insacca all'incrocio dei pali e regala alla Dea il 2-1. I padroni di casa sono indomiti e cercano di rispondere colpo su colpo tenendo alta l'intensità e mettendo in difficoltà la retroguardia bergamasca. Al 65' Elia ha una buona chance ma il suo tiro di punta viene parato con sicurezza da Musso. Pezzella infiamma il settore ospiti con una splendida conclusione al volo dai venti metri che l'estremo difensore dello Young Boys salva in corner, ma i nerazzurri subiscono il gol del pareggio al minuto 80. La difesa di Gasperini si fa sorprendere su una rimessa laterale offensiva e Sierro ne approfitta per firmare il 2-2. Il match diventa un incubo solamente tre minuti dopo, quando Hefti realizza un gol straordinario da fuori area e mette sotto il sette il pallone che vale il 3-2. A raddrizzare una serata che sembrava sprofondare nella disperazione è Luis Muriel: il colombiano subentra e, al primo pallone toccato, batte Faivre direttamente da calcio di punizione all'88'.

Tabellino

Young Boys (4-3-3): Faivre; Hefti, Burgy, Lauper, Garcia; Rieder (22' st Sierro), Martins (44' st Kanga), Aebischer; Elia (22' st Mambimbi), Siebatcheu, Ngamaleu. (61 Zbinden, 28 Lustenberger, 24 Maceiras, 25 Lefort, 11 Jankewitz, 7 Spielmann, 10 Sulejmani, 22 Maier, 29 Toure). All.: Wagner. 

Atalanta (3-4-1-2): Musso; Toloi, Demiral (26' st Djimsiti), Palomino; Zappacosta (1' st Pezzella), De Roon, Freuler (33' st Pessina), Maehle (42' st Muriel); Pasalic (26' st Koopmeiners); Malinovskyi, D.Zapata. (31 Rossi, 57 Sportiello, 42 Scalvini, 59 Miranchuk, 72 Ilicic, 99 Piccoli). All.: Gasperini. 

Arbitro: Siebert (Germania). 

Reti: nel pt 10' D.Zapata, 39' Siebatcheu; nel st 6' Palomino, 35' Sierro, 39' Hefti, 43' Muriel. Angoli: 8-5 per lo Young Boys. Recupero: 2' e 3'. Ammoniti: Garcia, Ngamaleu, Demiral, Hefti e D.Zapata per gioco falloso. Note: spettatori 31.800, dei quali 1.800 tifosi ospiti.
 


Leggi anche: Fabrizio Miccoli condannato a 3 anni e mezzo di carcere