Arsène Wenger (Ansa)
Arsène Wenger (Ansa)

Bologna, 12 ottobre 2021 - "Ci sono buone possibilità che il fuorigioco venga automatizzato nel 2022". Arsène Wenger, responsabile dello sviluppo mondiale del calcio per la FIFA, ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni sul futuro della tecnologia nel gioco del pallone. L'introduzione del VAR ha rivoluzionato il metodo di arbitraggio, che ora però dovrà essere perfezionato con l'introduzione del "fuorigioco automatico".

Wenger: "Grandi progressi per l'arbitraggio"

Il Mondiale del Qatar del 2022 potrebbe essere innovativo non soltanto per il periodo dell'anno nel quale si disputerà. Esso sarà infatti il primo Mondiale giocato durante la stagione per club, tra i mesi di novembre e dicembre, ma potrebbe rappresentare una svolta anche in ambito arbitrale. Wenger ha parlato così in vista degli Arbitration Days che si svolgeranno dal 20 ottobre: "Sono tenuto al segreto, ma il fuorigioco automatico sarà il prossimo dei grandi progressi dell'arbitraggio".

Questo nuovo metodo è stato messo in cantiere dalla Fifa da oltre un anno. Nel giugno 2020 ci fu un annuncio che parlava di "una tecnologia semiautomatica per segnalare il fuorigioco, al fine di fornire al VAR informazioni aggiuntive che semplificheranno il processo decisionale dell'arbitro".

Leggi anche: Under 21, Italia-Svezia 1-1