Giovanni Simeone (Ansa)
Giovanni Simeone (Ansa)

Bologna, 5 dicembre 2021 - È stato un pomeriggio di Serie A ricco di gol ed emozioni, quello valido per la 16^ giornata. Il Sassuolo ha strappato un pareggio sul campo dello Spezia grazie ad una doppietta di Raspadori, che ha aiutato i neroverdi a recuperare dal 2-0 di svantaggio al 2-2 finale. A Venezia, invece, l'Hellas Verona si è preso di forza i tre punti al termine di una rimonta pazzesca da 3-0 a 3-4.

Serie A, il calendario  - Classifica

Spezia-Sassuolo 2-2

Primo tempo - Pronti-via e il Sassuolo colpisce una traversa con Berardi, che non trova il gol anche a causa della deviazione provvidenziale di Provedel. Lo Spezia si vede annullato un gol al 16' a causa di posizione di offside. I neroverdi, non certamente fortunati oggi, centrano un'altra traversa con Scamacca alla mezz'ora. Al primo vero affondo i liguri passano in vantaggio. Reca sfrutta un rinvio corto di Ayhan, mette un cross in mezzo e pesca Manaj che fa 1-0 al minuto 35.

Secondo tempo - Lo Spezia raddoppia al 48' con Gyasi. Nzola penetra a sinistra, entra in area di forza e appoggia al centro per il compagno che realizza il 2-0. Il Sassuolo rientra in partita al 65', quando Raspadori si ritrova nel cuore dell'area un pallone da spingere in rete dopo una respinta difensiva inefficace. L'attaccante emiliano completa l'opera con un gran gol al 78' che permette agli ospiti di portarsi sul 2-2.

Venezia-Hellas Verona 3-4

Primo tempo - Il Verona parte forte con Caprari che dal cuore dell'area impegna subìto Romero, costretto ad un intervento in tuffo. Al 12' è il Venezia a passare in vantaggio. Ceccaroni sfrutta al meglio un'occasione da calcio d'angolo, insaccando un tap-in facile dopo la sponda aerea di Henry. I lagunari raddoppiano al 19' grazie ad una splendida azione di Johnsen, che arriva sul fondo e serve a porta spalancata Crnigoj, il quale realizza il 2-0. L'Hellas sbanda tanto in difesa e Aramu va a centimetri dal gol del 3-0; l'attaccante colpisce però il palo esterno sulla sponda aerea di Henry. Dawidowicz e Montipò combinano un disastro e regalano proprio ad Henry il 3-0 comodo al 28'. L'ultimo guizzo della prima frazione è degli scaligeri, con Veloso che su punizione impegna seriamente Romero, il quale devìa in angolo.

Secondo tempo - Gli ospiti alzano la testa e sugli sviluppi di un corner sono bravi e fortunati quando Henry si rende protagonista di un'autorete. La partita cambia al 64': Ceccaroni effettua una parata sulla linea di porta, ma è un difensore e non può. L'arbitro estrae il rosso, assegna un rigore e Caprari dal dischetto riapre la partita con il gol del 3-2. Il Venezia va in confusione e, a causa di un errore in impostazione, regala a Simeone il gol del pareggio al 67'. Il Cholito si inventa un gol straordinario al minuto 85, che gli vale la doppietta personale e, soprattutto, completa la rimonta dei suoi sul 3-4.

Leggi anche: F1, GP Arabia Saudita. Hamilton in pole