Il primo gol del Sassuolo a Verona: lo segna Raspadori (Ansa)
Il primo gol del Sassuolo a Verona: lo segna Raspadori (Ansa)

Verona, 21 agosto 2021 - Verona e Sassuolo aprono la prima giornata della Serie A 2021/2022. Gli emiliani sbloccano la partita al 32' con il gol di Raspadori, mentre gli scaligeri soffrono l'espulsione di Veloso alla fine del primo tempo. Con i padroni di casa in dieci, i neroverdi mettono a segno il secondo gol con Djuricic al 51'. Zaccagni tenta di riaprire la gara con un calcio di rigore al minuto 71, ma Traorè mette a segno il colpo di grazia al 77'. Zaccagni è l'ultimo ad arrendersi tra i padroni di casa e firma la rete del 2-3 finale al 90'. Il Sassuolo conquista i primi tre punti stagionali al Bentegodi.

Primo tempo

Di Francesco sceglie la difesa a tre e davanti si affida a Barak, Zaccagni e Kalinic in avanti. Dionisi sceglie il 4-2-3-1 con Djuricic e Boga larghi e Raspadori molto vicino a Caputo. Le due squadre sono entrambi brillanti fin dai primi minuti di gioco. Barak e Lazovic sono i primi a cercare la conclusione verso la porta avversaria, senza disturbare Consigli. Frattesi si mette in mostra al 17' con una conclusione dalla lunga distanza che mette alla prova Paldur, il quale respinge con i pugni. Kalinic colpisce una clamorosa traversa alla mezz'ora, quando su assist di Zaccagni colpisce di testa a due passi dalla porta e fallisce una grande chance. Trascorrono pochi secondi e dall'altra parte Djuricic imbecca in profondità Raspadori, che davanti al portiere è freddo e realizza l'1-0 per il Sassuolo al 32'. Il Verona rimane in dieci uomini sul finale di primo tempo a causa dell'espulsione di Miguel Veloso per doppia ammonizione.

Secondo tempo

Il Verona non molla e riparte con determinazione. Cancellieri va in profondità da Zaccagni, che prova a incrociare e trova la risposta del portiere. Al minuto 51, però, Djuricic indirizza il match con la rete del 2-0 al termine di un pregevole uno-due con Caputo. Gli scaligeri soffrono ma riescono ad accorciare le distanze con un rigore conquistato e realizzato da Zaccagni al 70' su fallo di Toljan. Gli emiliani non perdono la concentrazione e firmano il terzo gol al 78' con una perla di Traorè, che subentrato dalla panchina regala un gioiello a giro col destro che termina sotto l'incrocio dei pali. L'Hellas non si arrende e lotta fino all'ultimo secondo: Zaccagni al 90' realizza un gran gol che vale il 2-3, che comunque non basta ai veneti per evitare la sconfitta.

Leggi anche: Udinese-Juventus, probabili formazioni e tv