Arkadiusz Milik (Ansa)
Arkadiusz Milik (Ansa)

Verona, 23 giugno 2020 - Il Napoli riprende da dove aveva interrotto e conquista la quarta vittoria di fila in campionato. A stendere il Verona, sugli sviluppi di un corner, ci ha pensato Milik, uno che quando vede i colori gialloblù si esalta: per il polacco è il quarto gol contro la formazione scaligera, che nella ripresa subisce il raddoppio, sempre da azione di calcio d'angolo. A segnare, ancora di testa, è il redivivo Lozano, a testimonianza di una squadra in salute che continua così a cullare il sogno quarto posto.

Classifica Serie A, partite, calendario e risultati

Verona-Napoli 0-2, rivivi la diretta

Dopo una lunga fase di studio nel segno di un maggiore possesso palla da parte del Napoli, al 18' è proprio quest'ultimo a creare il primo guizzo del match: il protagonista è Zielinski, che con un destro dal limite impegna Silvestri. La replica del Verona arriva al 22' ed è clamorosa: il tiro al volo di Zaccagni diventa un assist per Verre che, a pochi centrimetri dalla porta, di petto spedisce la palla incredibilmente alta. L'occasione sveglia i padroni di casa, che si fanno vedere in sequenza con Faraoni e Di Carmine, entrambi serviti da Lazovic: il primo incorna a lato la sfera, mentre il secondo, con una rasoiata mancina, chiama Ospina all'allungo sul suo palo. Gli azzurri tengono e al 38' passano in vantaggio sugli sviluppi di un calcio d'angolo grazie al colpo di testa di Milik, al quarto gol contro la formazione scaligera. L'Hellas non si scompone e cerca subito il pareggio: al 43' c'è lavoro per Ospina, che si rifugia in corner sulla staffilata dalla distanza di Veloso.

All'alba della ripresa è il Napoli ad andare vicino al gol: Allan si ritrova sui piedi un rinvio sbilenco di Faraoni ma, a tu per tu con Silvestri, si fa ipnotizzare. Il Verona trova il punto del pari proprio con Faraoni al 61' ma Pasqua, aiutato dal VAR, annulla tutto per precedente fallo di mano di Zaccagni. All'81' si fa vedere capitan Insigne con la specialità della casa, ma il suo tiro a giro non inquadra la porta. Il numero 24 ci riprova al volo al 90': Silvestri si rifugia in corner. Dagli sviluppi, proprio come nel primo tempo, arriva la rete degli ospiti: a segnare con un colpo di testa da zero metri è Lozano, entrato nella grande girandola dei cambi, così come Ghoulam, autore dell'assist. In pieno recupero il messicano potrebbe siglare addirittura il tris, ma incrocia troppo il destro e stavolta grazia Silvestri.

Tabellino

VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Empereur; Faraoni, Amrabat (39' st Stepinski), Veloso, Lazovic (39' st Dimarco sv); Verre (32' st Pessina sv), Zaccagni (25' st Salcedo 6); Di Carmine (25' st Pazzini 6). In panchina: Berardi, Radunovic, Bocchetti, Adjapong, Badu, Gunter, Lucas. Allenatore: Juric. 

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj (21' st Ghoulam); Zielinski, Demme (27' st Lobotka 6), Allan (21' st Fabian); Politano (39' st Lozano), Milik (27' st Mertens), Insigne. In panchina: Meret, Luperto, Mario Rui, Elmas, Amin, Callejon, Llorente. Allenatore: Gattuso. 

Arbitro: Pasqua di Tivoli. 

Reti: 38' pt Milik, 45' st Lozano. Note: serata serena, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Faraoni; Koulibaly. Angoli: 8-4. Recupero: 4' pt, 6' st.