Milinkovic-Savic trova il gol vittoria a Verona (Ansa)
Milinkovic-Savic trova il gol vittoria a Verona (Ansa)

Verona, 11 aprile 2021 - La Lazio sempre nel finale: stavolta non è zona Caicedo, ma zona Sergej Milikovic Savic. Ancora una volta i biancocelesti sono lucidi a tenere i nervi saldi fino agli ultimi istanti di gara e a sfruttare la propria concentrazione per portare a casa il risultato in una partita che aveva detto molto poco. Un successo fondamentale che porta i ragazzi di Inzaghi, oggi out causa covid, a sognare la quarta posizione, nonostante Milan e Napoli abbiano vinto. Il Verona invece potrebbe perdere l'ottavo posto che vale la qualificazione ai prossimi ottavi di finale di Coppa Italia in favore del Sassuolo.

Verona-Lazio 0-1: rivivi la diretta

Serie A, risultati e classifica

Primo tempo

Nel primo tempo non escono fuori troppe occasioni. La Lazio ha giusto un paio di occasioni in cui si rende  effettivamente pericolosa: la principale è con Ciro Immobile a metà primo tempo, dopo un colpo di testa di Caicedo che prolunga il pallone per l'ultima Scarpa d'Oro che calciando di destro a incrociare trova solamente il palo tra sé e il ritorno al gol. Per il resto poche occasioni da segnalare in una gara sostanzialmente viva ma con pochi acuti, tra cui i più pericolosi sono arrivati con Milinkovic Savic da una parte e Darko Lazovic dall'altra.

Secondo tempo

La ripresa comincia col botto, dato che la Lazio va immediatamente in vantaggio con Caicedo, che però viene fermato dalla direzione arbitrale per un intervento falloso su Magnani che non rende valida la rete. Il Verona fatica a trovare spunti offensivi e lascia il gioco in mano agli avversari, che pur non creando particolari pericoli, danno l'impressione di potersi giocare di più la partita, al punto che nel finale di gara come al solito viene fuori il carattere dei biancocelesti. La rete arriva al secondo minuto di recupero, con un lancio di Radu che trova la testa di Milinkovic Savic, bravo a battere un Silvestri non impeccabile in uscita e a regalare 3 punti pesantissimi che sventano il possibile sorpasso della Roma.

Tabellino

Verona (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Magnani, Dimarco (31' st Ceccherini); Faraoni, Miguel Veloso (24' st Ilic), Sturaro, Lazovic; Barak (40' st Salcedo), Zaccagni (31' st Bessa); Lasagna (40' st Kalinic). Allenatore: Paro (Juric squalificato)

Lazio (3-5-2): Reina; Marusic, Acerbi, Radu; Akpa Akpro (38' st Parolo), Milinkovic-Savic, Leiva (38' st Escalante), Luis Alberto (30' st Pereira), Fares (30' st Lulic); Immobile, Caicedo (23' st Muriqi). Allenatore Farris (Simone Inzaghi ammalato) 

Arbitro: Chiffi di Padova

Rete: nel st 47' Milinkovic-Savic. 

Note - Ammoniti: Caicedo, Luis Alberto. Angoli: 5-4 per il Verona. Recupero: 1'; 4'.

Leggi anche - Stefan Radu festeggia il record di presenze