La carica di Max Allegri
La carica di Max Allegri

Torino, 10 dicembre 2021 - "Quello del Venezia è un campo dove nessuno di noi ha mai giocato. E poi è una situazione strana, visto che si arriva in traghetto, il campo è più piccolo. Se non si va con l'idea di fare una partita da provinciale, rischiamo di farci male". Massimiliano Allegri mette in guardia i suoi alla vigilia della trasferta nella Laguna: contro la formazione di Paolo Zanetti serve l'approccio giusto, altrimenti le brutte figure sono dietro l'angolo. "Sarà una partita complicata, il Venezia in casa ha segnato molto. Complimenti a Zanetti, E' una squadra che gioca bene, spensierata e che avrà tante motivazioni per fare un'impresa storica. Bisogna mettersi al pari loro, con grande rispetto. A quel punto le qualità tecniche verranno fuori. Ma se non la interpretiamo in un certo modo, possiamo andare in grande difficoltà. Però penso che i ragazzi abbiano capito l'importanza della gara. Bisogna mandare un segnale a livello di prestazione". 

Problema gol

Anche perché la Vecchia Signora non può permettersi passi falsi in campionato. "Il primo posto nel girone di Champions League è stata una soddisfazione, ma adesso non possiamo pensare all'Europa, ma al campionato, dove siamo in netto ritardo. C'è bisogno di alzare la nostra percentuale realizzativa, che è nettamente al di sotto della media - sottolinea Allegri - Serve essere più lucidi e cattivi sotto porta. Per far gol solitamente ci occorrono cinque occasioni: è troppo per una squadra come la Juventus".

"Arhur non convocato"

Relativamente alla formazione anti Venezia, il tecnico bianconero dà poche indicazioni. "De Sciglio sta bene, McKennie non ancora e si riaggregherà al gruppo la prossima settimana. Ramsey è sempre out, mentre Arthur è stato sfortunato e questa mattina è arrivato tardi all'allenamento, per cui non verrà convocato. Se De Sciglio dovesse essere titolare, Cuadrado verrebbe spostato più avanti, con Bernardeschi a sinistra, dove ha più libertà di movimento. Dybala sta bene ed è pronto per giocare. Kaio Jorge? Fino a questo momento non abbiamo assolutamente preso in considerazione l'ipotesi di cederlo in prestito a gennaio. Piano piano avrà il suo spazio e scenderà in campo - continua Allegri - Pellegrini? I meriti della crescita sono suoi. E' voluto rimanere qua e penso che possa migliorare ancora tanto. Rappresenta una valida alternativa ad Alex Sandro". 

Leggi anche: Juve, serve un attaccante a gennaio