8 mag 2022

Venezia-Bologna 4-3: gol e spettacolo

Tra rimonte e contro-rimonte la salvezza dei lagunari è ancora possibile

Il Venezia del "Cobra" Soncin vince al fotofinish contro il Bologna, finisce 4-3
Il Venezia del "Cobra" Soncin vince al fotofinish contro il Bologna, finisce 4-3

Venezia, 8 maggio 2022 – Il Venezia vince allo scadere e tiene vive le speranze di salvezza, almeno per qualche ora in attesa di Salernitana-Cagliari. Partita rocambolesca, che i padroni di casa dominano nei primi 40 minuti: Henry prima e Kiyine poi fanno 2-0, mettendo la gara in discesa per il Venezia. La reazione del Bologna però è veemente: Orsolini, Arnautovic e Schouten firmano la rimonta. Ma il cuore dei lagunari è ancora vivo, e prima Aramu su rigore e infine Johnsen sanciscono il definitivo 4-3.

Venezia avanti


Soncin lascia fuori sia Aramu che Okereke, gioca Henry in attacco; Mihajlovic rilancia Barrow dal 1’ al fianco di Arnautovic, in difesa torna Theate. Il match si sblocca dopo appena 4’: rinvio lungo di Maenpaa che coglie impreparata la difesa del Bologna, Henry si infila tra Medel e Theate e con un pallonetto supera Skorupski per il vantaggio del Venezia. Al 16’ Skorupski stende in area di rigore Haps, per Marinelli è calcio di rigore: dal dischetto si presenta Kiyine, che prima di parare il penalty dal portiere polacco ma poi ribadisce in rete per il 2-0 dei lagunari. Ancora Venezia pericoloso al 28’, giocata al limite dell’area che libera la conclusione di Kiyine: Skorupski si distende e devia in corner. Prima chance per il Bologna al 32’: Barrow scambia con Soriano e calcia con il mancino, tiro centrale respinto da Maenpaa. Poco prima dell’intervallo i rossoblù riaprono la gara: cross di Barrow per il colpo di testa vincente di Orsolini, è 2-1 al Penzo.

 

Johnsen al fotofinish

La ripresa si apre con il Bologna a caccia del pareggio: Orsolini lancia Barrow che si invola, esterno destro a servire Arnautovic che calcia sul primo palo: attento Maenpaa che devia in corner. Ed è proprio Arnautovic a firmare il 2-2 al 55’: cross di Barrow per la sponda di De Silvestri, da due passi l’attaccante austriaco deve solo spingere il pallone in gol. Al 67’ Bologna vicino al gol del vantaggio: Orsolini sfrutta un errore di Ceccaroni e si invola verso la porta, sinistro del 7 rossoblù salvato da Maenpaa. Sul corner successivo la difesa allontana, gioiello di Schouten che con il destro dal limite dell’area infila la palla sotto l’incrocio dei pali. Episodio chiave al 76’: Aramu cade a terra dopo un presunto contatto con Medel, per Marinelli è rigore. Il Var richiama l’arbitro al monitor, che però conferma la sua decisione: lo stesso Aramu va dal dischetto, spiazzato Skorupski e 3-3 a Venezia. In pieno recupero Johnsen tiene vive le speranze di salvezza dei suoi: destro a giro super dell’esterno del Venezia che non lascia scampo a Skorupski. Finisce 4-3 al Penzo.

ANDREA TREZZA

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?