Il presidente Uefa, Aleksander Ceferin (Ansa)
Il presidente Uefa, Aleksander Ceferin (Ansa)

Montecarlo, 31 agosto 2018 - Il Var potrebbe debuttare in Champions League a partire dalla prossima stagione. Questa la volontà della Uefa, come comunicato dal presidente, Aleksander Ceferin, intervistato a Montecarlo in mattinata. La nuova tecnologia debutterà in occasione della Supercoppa europea 2019, match nel quale si affronteranno le squadre vincitrici delle prossime Champions ed Europa League a Istanbul. "Per la Champions è troppo presto, e non possiamo dire quando la adotterà", così si è espresso Ceferin riguardo alla possibilità di adottare la nuova tecnologia per l'edizione 2019 della massima manifestazione continentale. L'esperimento in Supercoppa servirà per decidere riguardo a un eventuale impiego per le prossime stagioni di entrambe le competizioni (Champions ed Europa League), a partire dal 2020. 

"Il piano è di introdurre la tecnologia dalla Supercoppa 2019 e poi in Champions League, la useremo quando saremo pronti", questa la spiegazione del numero uno della Uefa, che ha poi proseguito: "Quando partiremo lo faremo dai playoff, prima della fase a gironi". Nonostante, secondo lo stesso Ceferin, la tecnologia abbia funzionato meglio del previsto alla Coppa del Mondo tenutasi quest'estate in Russia, questi ha individuato maggiori difficoltà nel farla funzionare in tutte le partite che si giocheranno in contemporanea in tutta Europa. Secondo i vertici europei, infatti, paesi e stadi diversi necessitano di più tempo rispetto a un torneo importante come Mondiali, ma concentrato in un unico paese.