Foto ANSA
Foto ANSA

Nyon (Svizzera), 30 aprile 2020 – La UEFA tiene dritta la barra del timone e, in contrapposizione a quanto dichiarato ieri dalla FIFA ("Difficile riprendere a giocare prima di settembre" aveva detto la commissione medica della federazione internazionale) , crede nella ripresa dei maggiori campionati e delle competizioni europee. A spiegarlo è stato Tim Meyer, Presidente della commissione medica del massimo organismo calcistico europeo che ha aperto un importante spiraglio: “La salute dei calciatori e di tutti gli addetti ai lavori è di fondamentale importanza nella discussione su una possibile ripresa delle competizioni. Tutte le federazioni che si stanno adoperando per ripartire stanno perfezionando dei protocolli sanitari necessari a garantire la salute di coloro che sono chiamati in causa. Credo che seguendo questi dettami e rispettando le disposizioni dei vari governi, sia possibile pensare ad una ripresa della stagione.”

Parole che arrivano dopo quelle di Armand Duka, un altro membro UEFA che in mattinata a Radio Kiss Kiss aveva parlato delle big europee impegnate in Champions ed Europa League: “Nonostante alcun e federazioni abbiano deciso di interrompere anticipatamente la stagione penso che le squadre di quei campionati che disputano anche le coppe europee giocheranno la fase finale delle stesse.”