Udinese-Sassuolo, Ferrari commette fallo su De Paul (Ansa)
Udinese-Sassuolo, Ferrari commette fallo su De Paul (Ansa)

Udine, 6 marzo 2021 - L'Udinese ospita alla Dacia Arena il Sassuolo per il secondo anticipo del sabato di Serie A, valido per la 26esima giornata. In una partita dominata dal possesso palla degli emiliani, decidono due fiammate dei friulani: prima Llorente al 42' su assist di Molina, poi Pereyra al 93'. I bianconeri salgono a 32 punti in classifica, proprio alle spalle dei neroverdi che rimangono fermi a 36.

Primo tempo

Gotti schiera un 3-5-1-1 con Pereyra alle spalle di Llorente unica punta. De Zerbi sceglie il 4-2-3-1 con Traorè, Maxime Lopez e Berardi a supporto di Raspadori. Il Sassuolo macina gioco e prova a scardinare l'arcigna difesa dell'Udinese, che invece tenta di agire in contropiede. Stryger Larsen si rende pericoloso al 24'. L'esterno friulano effettua un doppio passo, rientra sul destro e calcia forte sotto la traversa; Consigli smanaccia sopra la traversa. I padroni di casa vivono un buon momento e per poco non riescono a concretizzarlo al minuto 28: De Paul innesca in area Llorente, che con un bel taglio sul primo palo passa davanti ai difensori e costringe il portiere neroverde ad un super intervento per evitare il gol. Alla lista delle opportunità si aggiunge un destro di Wallace che finisce di poco alto sopra la traversa. L'Udinese sblocca la gara al 42'. Molina serve un pallone splendido dalla trequarti a Llorente, che si allunga e, nonostante la trattenuta del difensore, riesce a pizzicare il pallone con la punta del piede e infilare l'estremo difensore avversario.

Secondo tempo

Il match torna ad essere ruvido, ricco di contrasti e combattuto a metà campo. Al 65' De Paul regala un sussulto con una conclusione stupenda da fuori area al volo di destro che si stampa sulla traversa, ma che risulta comunque vana a causa di una posizione di fuorigioco precedente. Il Sassuolo tiene il pallone per tutto il secondo tempo, ma non riesce letteralmente mai a rendersi insidioso dalle parti di Musso. All'83' l'Udinese colpisce ancora in contropiede e conquista un calcio di rigore, che viene però annullato dal VAR a causa di una posizione di offside. Poco dopo Stryger Larsen ci prova ancora dalla distanza come accaduto nel primo tempo, e trova nuovamente la risposta pronta di Consigli in tuffo. I padroni di casa chiudono i conti nel terzo minuto di recupero con Pereyra, che imbeccato da De Paul batte il portere.

Leggi anche: Juve-Lazio, De LIgt non convocato. Rischia la Champions