Piotr Zielinski in gol contro l'Udinese (Lapresse)
Piotr Zielinski in gol contro l'Udinese (Lapresse)

Udine, 7 dicembre 2019 - Il Napoli non va oltre l'1-1 in casa dell'Udinese, che passa in vantaggio con l'affondo di Lasagna al 32': a sistemare la situazione ci pensa un mancino a giro dell'ex Zielinski al 69' che tuttavia non chiude la crisi degli azzurri, ora settimi a 21 punti.

Udinese-Napoli 1-1, rivivi la diretta

Serie A, risultati e classifica

SBUCA LASAGNA - Mertens-Lozano contro Lasagna-Okaka: è con queste due coppie d'attacco che Ancelotti e Gotti sperano di ridare vigore al campionato delle rispettive squadre. I primi 25' senza sussulti ben fotograno le difficoltà delle due formazioni, tra le quali è l'Udinese a provarci per prima con mancino alto di Fofana, innescato da De Paul. Quest'ultimo sembra ispirato e cerca spesso il lancio per la velocità di Lasagna, sempre chiuso da Koulibaly, almeno fino al 32', quando il break di Fofana apparecchia per l'ex Carpi, lasciato stavolta solo dal senegalese: il numero 15 con un destro morbido deposita così la sfera alle spalle di Meret. Il Napoli accusa il colpo ma mantiene il predominio del campo, pur continuando a giocare troppo sulle fasce: in questo modo gli unici palloni recapitati nell'area dell'Udinese sono alti, praticamente una manna per i colossi della difesa di casa. L'eccezione arriva al 42', quando un cross di Mario Rui sfugge a tutti, compreso un Lozano solo a pochi passi dalla linea di porta.

ZIELINSKI PAREGGIA - Non rientra dagli spogliatoi Insigne, sostituito da Llorente: la pericolosità degli azzurri aumenta, con le conclusioni da centro area di Mertens (ribattuta) e Fabian Ruiz (alta). Quest'ultimo ci riprova al 53' con un sinistro a giro che tuttavia non spaventa Musso. Come spesso accaduto ultimamente, dopo la frenesia degli inizi dei tempi il Napoli cala e così Ancelotti pesca ancora dalla panchina: fuori Lozano e dentro Younes, ma il gol del pareggio arriva da un giocatore già in campo. E' il 69': Zielinski scippa Mandragora e con un mancino a giro ammutolisce la Dacia Arena. Mertens prova a completare la rimonta con un destro in controbalzo al 72', ma stavolta Musso si salva. I bianconeri cercano di alleggerire la pressione con il solito Lasagna, che di testa in torsione non centra la porta: con lo stesso fondamentale fa meglio Llorente, che però grazia il portiere di casa con un'incornata debole. In finale è all'insegna della confusione e del nervosismo, con Maksimovic espulso per proteste durante il riscaldamento: fotografia migliore del momento orribile del Napoli non c'è, ma almeno oggi gli azzurri hanno evitato la seconda sconfitta di fila.



Tabellino

Udinese (3-5-2): Musso; De Maio, Ekong, Nuytinck; Ter Avest (29' st Pussetto), Fofana, Mandragora, De Paul (39' st Barak), Stryger Larsen; Okaka, Lasagna (44' st Becao). In panchina: Nicolas, Perisan, Sierralta, Opoku, Walace, Teodorczyk, Nestorovski. Allenatore: Gotti. 

Napoli (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Zielinski, Ruiz, Insigne (1' st Llorente); Mertens, Lozano (17' st Younes). In panchina: Ospina, Karnezis, Luperto, Maksimovic, Hysaj, Elmas, Leandrinho, Gaetano. Allenatore: Ancelotti. 

Arbitro: Mariani di Aprilia. 

Reti: 32' pt Lasagna, 24' st Zielinski. NOTE: serata serena, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: De Paul, Mertens, Callejon, Fofana, Okaka, Mario Rui. Al 34' st espulso Maksimovic dalla panchina (proteste). Angoli: 3-10. Recupero: 1' pt, 4' st.