Andrea Pirlo (Ansa)
Andrea Pirlo (Ansa)

Torino, 1 maggio 2021 - "Sono concentrato solo sul presente e sui nostri obiettivi: portare la squadra in Champions League e vincere la Coppa Italia". Andrea Pirlo ha parlato durante la conferenza stampa della vigilia di Udinese-Juventus, scacciando le voci su un possibile esonero a fine stagione e mantenendo il focus sul match di Serie A in programma domani alla Dacia Arena.

L'allenatore della Vecchia Signora ha ben impresse in mente le qualità dei rivali friulani: "Hanno giocatori tecnici, sono una squadra fisica e che si difende bene, subisce pochi gol. Sono molto organizzati e vivono un periodo positivo, dovremo stare molto attenti".

Nessuna preoccupazione invece per il futuro, con la figura di Massimiliano Allegri che incombe sulla Continassa: "Ho parlato con la società che è passata al centro d'allenamento, come già accaduto tre o quattro volte quest'anno. Sono sereno e completamente concentrato sulle partite che ci aspettano".



Gli undici di domani: "Dybala parte titolare"


Tante le domande sulla probabile formazione che scenderà in campo domani dal primo minuto e sulle condizioni fisiche dei calciatori bianconeri. "Morata non sta benissimo per un problema al ginocchio - analizza il tecnico juventino - e oggi vedremo le sue condizioni per scegliere se portarlo a Udine oppure no. Dybala partirà titolare: ha messo minuti nelle gambe ed è pronto. Kulusevski? Può iniziare dal primo minuto anche lui".

Qualche dubbio in più a centrocampo: "Chiesa si è allenato a parte e poco col gruppo, non è al 100% e schierarlo titolare potrebbe essere un rischio. Arthur ha avuto un piccolo acciacco, anche se ieri ha lavorato con la squadra. Ramsey si è allenato a parte, mentre Danilo sta bene".

Inevitabile una domanda sulla condizione fisica e psicologica di Cristiano Ronaldo, apparso appannato nelle ultime partite: "È carico, ha tante motivazioni e capisce il momento particolare che sta vivendo la squadra. Si è allenato bene ed è sereno".




 

Gli insulti al figlio Niccolò


In settimana il figlio di Andrea Pirlo è stato attaccato, per l'ennesima volta, sui social network. Niccolò ha pubblicato un post nel quale veniva augurata la morte a lui e al padre. Proprio l'allenatore della Juventus ha parlato di quanto accaduto: "Mi dispiace per lui, perché so bene cosa significa essere un personaggio pubblico. Gli ho parlato e gli ho spiegato che non deve farci caso, è un problema sociale e bisogna guardare avanti per eliminare questo tipo di cose, cambiare questa mentalità".

Leggi anche: F1, GP Portogallo: Hamilton vola nelle libere