L'esultanza dei giocatori del Torino dopo la rete di Iago Falque
L'esultanza dei giocatori del Torino dopo la rete di Iago Falque

TORINO, 26 maggio 2019 – Si chiude con un 3-1 ai danni della Lazio la stagione del Torino di Walter Mazzarri. Dopo un primo tempo senza emozioni, Iago Falque, Lukic e De Silvestri stendono i capitolini, che solo per un attimo riaprono la gara con Immobile. I granata chiudono in settima posizione davanti proprio alla Lazio, ma non riescono comunque a raggiungere il sogno Europa League.

PRIMO TEMPO – Primi 45 minuti di gioco con pochissime emozioni fra Torino e Lazio. I granata fuori matematicamente dalla lotta per il sesto posto, i biancocelesti già qualificati in Europa League, non danno vita ad una bella gara. Tanti gli errori in fase di impostazione, tanti anche i falli che spezzettano il gioco. Solo due le occasioni da registrare che arrivano entrambe nella parte centrale della prima frazione. La prima su corner con un colpo di testa di Bastos a botta sicura che Radu toglie involontariamente dallo specchio facendosi trovare sulla traiettoria. Il Torino risponde al 25esimo con una buona trama di gioco che porta al tiro Ola Aina. Il tiro dell’esterno granata però, viene bloccato da Proto ben piazzato.

SECONDO TEMPO – Tutt’altra sfida va in scena invece nel secondo tempo. Gara più vivace, con le due squadre che si scoprono lasciando grandi spazi agli avversari. Il Torino trova la rete del vantaggio al 51esimo, cogliendo impreparata la Lazio sugli sviluppi di una rimessa laterale. Ola Aina con le mani libera in area Iago Falque che colpisce al volo beffando Proto. I capitolini accusano il colpo, si riversano davanti senza convinzione e due minuti più tardi subiscono in contropiede il raddoppio. Ripartenza di Meitè che invola Lukic verso l’area avversaria, Proto in uscita prova a fermarlo ma il giocatore del Torino è veloce e lo supera depositando il pallone in rete per la seconda volta. Inzaghi non è soddisfatto e a gran voce chiede ai suoi una reazione. Il gol che riapre il match arriva al 66esimo con Immobile, bravo in girata in area a far passare il pallone sotto le gambe di N’Koulou e a battere Sirigu. Per l’attaccante biancoceleste è la 15esima segnatura in campionato, un gol che gli mancava ormai dal 7 aprile, quando segnò su rigore contro il Sassuolo. Gara riaperta ma solo momentaneamente: all’80esimo infatti gli uomini di Mazzarri chiudono i conti. Incursione di Belotti che serve Zaza al centro dell’area, Proto compie un miracolo sulla conclusione dell’ex Juventus ma non può nulla sulla ribattuta di De Silvestri, che riesce a superarlo con uno scavetto. Con la partita chiusa, gli ultimi minuti diventano palcoscenico perfetto per l’ultimo saluto a Emiliano Moretti, che proprio oggi lascia il calcio. Nella Lazio invece esordio in Serie A per l’attaccante brasiliano Capanni, autore di 13 gol con la Primavera.